Vergogna a Torino – “Costretto a portare la figlia disabile in spalla alla stazione Metro” – Riparato l’ascensore rotto

14/02/2020

CONDIVIDI

"Un guasto di questo tipo non prontamente segnalato è un disagio peggiore di una barriera architettonica nota"

“Stazione Vinzaglio della Metropolitana di Torino: l’ascensore non funziona e la carrozzina è rimasta alla base delle scale mobili, di fronte alle porte, inesorabilmente chiuse, dello stesso ascensore. A segnalare il guasto, nessun cartello, nessuna indicazione, nessuna comunicazione. Niente di niente”. – è la segnalazione diffusa dalla pagina facebook di Silvio Magliano, capogruppo in Comune dei Moderati e che racconta l’assurda storia di una padre, costretto a portare la figlia disabile in spalla  sulla scala mobile a causa dell’ascensore rotto.
“Evidentemente è questa l’attenzione che questa Città dimostra di avere per le persone con disabilità.
Da quanto tempo l’ascensore è guasto? Corrisponde al vero quanto mi è stato riferito, cioè che questa situazione va avanti da prima di Natale?” – prosegue Magliano, che accusa: “Non sappiamo che un guasto di questo tipo non prontamente segnalato è un disagio peggiore di una barriera architettonica nota?
Questa mattina un padre è stato costretto a prendere in braccio la figlia con disabilità e affidarsi alle scale mobili”.

.

“Non si è trattato di un semplice guasto, ma di una infiltrazione di acqua che ha danneggiato l’impianto” – ha spiegato l’assessora alla Viabilità, Maria Lapietra. La grande visibilità che ha avuto il fatto, e che ha visto le scuse immediate dell’amministratore delegato di Gtt, Giovanni Foti, se non altro ha avuto la conseguenza positiva: l’ascensore è stato riparato nella serata di ieri, giovedì 13 febbraio.
Purtroppo il disservizio andava avanti da due mesi, secondo alcune segnalazioni.

Il video della vergogna, dalla pagina facebook di Silvio Magliano

 

Guasto non segnalato all'ascensore, un papà prende le scale mobili portando in braccio la figlia con disabilità

La figlia è tenuta in braccio. L'altra mano è appoggiata al mancorrente scorrevole.Stazione Vinzaglio della Metropolitana di Torino: l'ascensore non funziona e la carrozzina è rimasta alla base delle scale mobili, di fronte alle porte, inesorabilmente chiuse, dello stesso ascensore.A segnalare il guasto, nessun cartello, nessuna indicazione, nessuna comunicazione. Niente di niente.Evidentemente è questa l'attenzione che questa Città dimostra di avere per le persone con disabilità. Da quanto tempo l'ascensore è guasto? Corrisponde al vero quanto mi è stato riferito, cioè che questa situazione va avanti da prima di Natale?In che tempi pensiamo di ripristinare il normale funzionamento dell'ascensore? Perché il guasto non è stato segnalato all'utenza? Quando pensiamo di rimediare?Non sappiamo che un guasto di questo tipo non prontamente segnalato è un disagio peggiore di una barriera architettonica nota?Questa mattina un padre è stato costretto a prendere in braccio la figlia con disabilità e affidarsi alle scale mobili.

Gepostet von Silvio Magliano – Un amico in Comune, in Regione am Donnerstag, 13. Februar 2020

Leggi anche

03/04/2020

Emergenza Covid, la Formazione continua – Il Comitato Agenzie Formative incontra Cirio e l’assessore Chiorino

Nella giornata di ieri, giovedì 3 aprile, il Comitato Agenzie Formative, che raggruppa 43 enti di […]

leggi tutto...

03/04/2020

Cirio “La gente deve capire: questa è una guerra” – 70 decessi nelle ultime ore, 1088 contagiati

Il presidente Alberto Cirio ha firmato la proroga dell’ordinanza sulle misure di contenimento al Coronavirus valide […]

leggi tutto...

03/04/2020

Coronavirus – Anche il Teatro Regio di Torino produce e distribuisce (gratis) mascherine

Gli spettacoli in programma nel cartellone sono ovviamente sospesi  al Teatro Regio di Torino a causa […]

leggi tutto...