Appendino: “Corsa alle Olimpiadi non è finita – Torino è ancora in gioco”

02/10/2018

CONDIVIDI

"Per correttezza e trasparenza bisogna mettere a confronto e ai voti le due candidature"

Non si arrende Chiara Appendino, sindaca di Torino, dopo che il Coni ieri ha ufficializzato la candidatura di Milano-Cortina per la possibile organizzazione dei Giochi Olimpici invernali del 2026.

Una scelta che appare quanto mai politica, che vede un probabile sostegno della Lega (come subodorato da Chiamparino) a sostegno del binomio Milano-Cortina.
Ma Appendino non ci sta e rilascia una serie di interviste a carattere nazionale in cui sottolinea che la città di Torino non vuole arrendersi, puntualizzando che se il capoluogo piemontese ha presentato al Coni un dossier molto approfondito su risorse e condizioni logistiche per ospitare un macro evento come le Olimpiadi, lo stesso non si può dire di Milano-Cortina, la cui candidatura è stata presentata in modo decisamente più superficiale.
Appendino, provocatoriamente, ieri ha anche postato due immagini di forte contrasto fra una Milano sepolta dalla nebbia e una Torino splendente, circondata da una cornice di Alpi innevate.

Chiara Appendino è intervenuta a Rainews 24 e Rai Radio 1, all’interno del programma Radio Anch’io, rilanciando l’ipotesi Torino 2026

“Per quanto mi riguarda non è finita – ha dichiarato-  “Se esiste Milano-Cortina, cosa che non c’è perché non esiste un dossier, esiste anche Torino. E io credo che per correttezza e trasparenza nei confronti dei cittadini bisognerebbe mettere a confronto e ai voti le due candidature”.

Questo il pensiero ribadito più volte da Appendino che ora con la propria Amministrazione attende una risposta ufficiale del Coni.

Leggi anche

20/01/2019

Il suo cuore smette di battere- Salvato in emergenza al Pronto Soccorso del Mauriziano

E’ stato salvato dai medici direttamente in una saletta del pronto soccorso dell’ospedale Mauriziano, a Torino, […]

leggi tutto...

20/01/2019

Omicidio all’Ex Moi – “Troveremo l’assassino, nessun crimine fermerà lo sgombero”

L’assassinio di Andrew Yamine, nigeriano di 33 anni colpito all’interno delle palazzine ex Moi con un […]

leggi tutto...

20/01/2019

Carabiniere investito da un pusher in bicicletta – Inseguito e arrestato

In sella alla propria bicicletta si spostava agevolmente e incontrava i clienti per spacciare droga. Un […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy