Attivato satellite per seguire la piena del Po – La paura per il picco del fiume

07/11/2018

CONDIVIDI

Il monitoraggio satellitare consentirà di vigilare sulle aree circostanti il Po e i suoi affluenti per le prossime 48 ore

La piena del fiume, attesa ieri epr le ore 20 in molte città della provincia di Torino, è rimasta sotto controllo: costanti gli aggiornamenti di’Arpa, dei Comuni e di Aipo. Fortunatamente la serata è trascorsa senza danni a Torino e provincia.
Nel tardo pomeriggio era stato attivato il monitoraggio satellitare per seguire la piena del fiume: il Dipartimento della Protezione Civile a causa del persistere delle precipitazioni, ha attivato l’Agenzia Spaziale Italiana e Fondazione Cima per seguire gli effetti della piena del Po ieri ha raggiunto livelli di guardia.

Il monitoraggio satellitare consentirà di vigilare sulle aree circostanti il Po e i suoi affluenti per le prossime 48 ore, attraverso i dati forniti dall’Asi, in collaborazione con Fondazione Cima, per verificare in tempi stretti le eventuali inondazioni.

Una situazione che ha procurato allarme soprattutto fra Pancalieri a Moncalieri e Carignano, ma che non è paragonabile a quella che si è verificata due anni fa e che causò innumerevoli danni. Ma proprio  questo grave precedente ha diffuso la preoccupazione fra gli abitanti.
Il Po ha trascinato con sé grossi tronchi d’albero e ha tracimato in alcuni punti del Torinese.

Poi la serata è passata senza danni, una buona notizia fino questo momento per Torino e provincia.

Leggi anche

14/11/2018

Geometra ucciso a colpi di arma da fuoco dal Novantenne – La raccolta fondi per la famiglia continua

Il tragico episodio è avvenuto la mattina di venerdì 9 novembre 2018, quando Marco Massano, geometra […]

leggi tutto...

14/11/2018

Tav, M5S all’attacco – “Pd e Forza Italia uniti, dicano come prenderanno i soldi dei piemontesi”

Dopo la proposta del consiglio regionale del Piemonte che, nel caso in cui il Governo volesse […]

leggi tutto...

14/11/2018

Tav – “Il Piemonte vuole gestire l’opera se il governo intende abbandonarla”

La Regione Piemonte ha chiesto di acquisire la partnership nella società per la costruzione della Tav, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy