Il macabro omicidio dei pastori, confessione choc: “L’ho finito a colpi di vanga”

02/10/2018

CONDIVIDI

"Quasi non mi sono reso conto. Io colpivo, colpivo con il badile" - Le parole choc dell'omicida

“L ho finito a colpi di vanga in testa. Io colpivo, colpivo, finché non ha respirato più”. Ha confessato Piero Bergero, pastore di 31 anni, uno dei 4 accusati per l’omicidio di Doru Costantin Olaru, 28 anni e Costel Cornel Calinciuc, 38 anni, pastori anch’essi, ammazzati a colpi di badile nell’ottobre dello scorso anno a Castelrosso, frazione del comune Chivasso.

Davanti alla procura, Bergero è stato messo ancora sotto torchio con un lungo interrogatorio alla fine del quale è capitolato, attribuendosi entrambi gli omicidi.

Il pastore italiano ha anche dichiarato che l’episodio era iniziato in maniera causale: i 4 uomini si erano avvicinati ai due pastori romeni, badili alla mano, ma non erano intenzionati ad ucciderli, almeno secondo la confessione di Bergero.
Volevano dar loro una lezione dopo una violenta aggressione che era avvenuta 3 giorni prima del duplice omicidio contro Attilio Bergero, 22 anni, quarto fratello degli assassini.

Ma poi la situazione degenerò ben presto. Il 31enne avvicinandosi alla roulotte in cui vivevano i rumeni ha prima colpito ripetutamente uccidendolo Calinciuc, il primo ad essersi diretto verso lui e i suoi compagni.

Gli altri intanto si occupavano di Olaru, che ancora respirava quando Bergero lo ha finito con altri colpi di vanga sulla testa.
“Quasi non mi sono reso conto. Io colpivo, colpivo” – ha detto l’omicida durante l’interrogatorio. “fino a quando mi sembrò che non respirasse più”.

La roulotte dei romeni è stata infine incendiata dagli aggressori: 10 in totale gli indagati per la macabra vicenda, fra cui anche profili minori. Per loro è stato chiesto il rinvio a giudizio.

Leggi anche

20/02/2019

Fa razzia di succhi di frutta, poi li nasconde nel passeggino- Arrestata a Torino nel centro commerciale

Ha provato a saltare la coda, dicendo di essere incinta, nel tentativo di uscire quanto prima […]

leggi tutto...

20/02/2019

A folle velocita era riuscito a scappare dalla Polizia. Rintracciato il rapinatore di Rolex che colpiva a Torino

La Polizia di Stato di Torino ha dato esecuzione all’Ordinanza di Applicazione della Misura Cautelare della […]

leggi tutto...

20/02/2019

Truffe on-line su Subito.it e Kijiji.it –Numerose denunce e l’allarme lanciato dai carabinieri

Subito e Kijiji sono alcuni dei più frequentati siti di annunci online italiani. Offrono la possibilità […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy