Lo Smartphone e i danni alla salute – Tar: “Necessario informare sui rischi”. “Una sentenza rivoluzionaria”

16/01/2019

CONDIVIDI

"Necessario evidenziare i rischi per la salute e per l'ambiente legati ad un uso improprio"

La sentenza del Tar del Lazio è stata definita ‘rivoluzionaria’ dai legali dell’Associazione per la Prevenzione e la Lotta all’Elettrosmog.
“Una sentenza senza precedenti – hanno commentato gli avvocati Commodo e Ambrosio, che supportando la battaglia dell’Associazione e si augurano per il futuro un utilizzo migliore e soprattutto più salutare dai cellulari, in particolare nelle fasce più giovani della popolazione.
“Ora possiamo lasciare un segno e sperare in un utilizzo migliore dei cellulari, soprattutto per i giovani” – hanno aggiunto, ripresi dall’agenzia Ansa.
Il Tar ha stabilito che da qui ai prossimi sei mesi i ministeri dell’Ambiente, della Salute e dell’Istruzione dovranno adottare una campagna informativa sulle corrette modalità d’uso di telefonini e cordless. Sarà necessario evidenziare i rischi per la salute e per l’ambiente legati ad un uso improprio. L’ha deciso il Tar del Lazio, accogliendo parzialmente un ricorso proposto dall’Associazione per la Prevenzione e la Lotta all’Elettrosmog.
“Non vogliamo andare contro la tecnologia né fare una battaglia di retroguardia – concludono dall’Associazione. “Nostro obiettivo è sollecitare un’industria che rappresenta un’eccellenza a sviluppare la tecnologia nel rispetto della salute delle persone”.

Leggi anche

22/04/2019

Roghi boschivi, una buona notizia – Le cappelle di Belmonte, patrimonio dell’Umanità, non hanno subito danni

Una buona notizia, che arriva ad un mese circa di distanza dal devastante rogo che aveva […]

leggi tutto...

22/04/2019

Pasqua tragica nel Torinese – Due morti nello scontro fra auto e moto

E’ di due morti il tragico bilancio dell’incidente avvenuto nel giorno dii Pasqua nel Torinese, in […]

leggi tutto...

22/04/2019

Urla ‘Allah Akbar’, poi si scaglia contro la Polizia a Torino – Africano aveva 2 provvedimenti di espulsione

Ha gridato ‘Allah Akbar’, poi si è scagliato contro due agenti con una spranga di ferro. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy