Pd “Stop immediato alla Commissione costi-benefici sulla Tav. E’ un network privato”

18/12/2018

CONDIVIDI

"Il Ministro Toninelli venga in aula a spiegare la vicenda e sciolga immediatamente la Commissione costi benefici"

L’attacco da parte del Partito Democratico sulla commissione costi-benefici della grandi opere voluteo dal governo, che già molte perplessità aveva suscitato nelle componenti della società favorevoli alla Tav, arriva nelle ultime ore con decisione dal deputato Pd Davide Gariglio che chiede senza mezzi termini l’immediato scioglimento della commissione.

Marco Ponti, docente al Politecnico di Milano, ribattezzato professore anti Tav e coordinatore della commissione costi benefici relativa al progetto alta-velocità Torino-Lione ha ammesso in una recente intervista di aver scelto 4 tecnici su 6 legati alla società di cui è fondatore, la Trt, Trasporti e territorio Srl, il Pd vede in questa scelta un forte conflitto d’interessi e chiede, considerando il fatto che un quinto tecnico è proprio Ponti, l’intervento immediato della Corte dei Conti.

“Le dichiarazioni rilasciate agli organi di stampa dal professor Marco Ponti sulla commissione costi benefici delle grandi opere sono gravissime – scrive in una nota il deputato Pd Gariglio.
“Il professor anti Tav si vanta oggi di aver scelto ben cinque tecnici tra i soci e consulenti della sua impresa privata e tutto questo con il benestare del Ministro Toninelli. Chiediamo l’intervento della Corte dei Conti e l’immediata rimozione dei componenti della commissione. Sta venendo alla luce un evidente conflitto di interessi – aggiunge l’esponente Pd – “Il ministero ha consentito che un ‘network privato’ potesse decidere il destino delle maggiori infrastrutture nazionali. La Trt, che fa capo a Marco Ponti, ha assunto di fatto di un ruolo delicatissimo, senza alcuna procedura concorsuale, alla faccia della tanto declamata trasparenza. Altrettanto grave è che, come per la Tav, sia stata nominata una commissione palesemente contraria all’alta velocità su Ferrovia ma favorevole al trasporto su gomma in autostrada, per avere la garanzia che il responso dei costi benefici potesse dare esito negativo come desiderato dai Cinque Stelle.
“Il Ministro Toninelli – conclude – “venga in aula a spiegare la vicenda e sciolga immediatamente la Commissione costi benefici che oggi è soltanto un gruppo di soci in affari con amici e consulenti compiacenti”:

Tags

Gariglio

Pd
Tav
Leggi anche

22/03/2019

Ancora roghi e devastazione – Brucia una riserva naturale, fiamme alte dieci metri

E’ ancora emergenza incendi in queste ore: fiamme alte una decina di metri stanno distruggendo la […]

leggi tutto...

22/03/2019

Valore immobili a Torino– Crolla prezzo case a Madonna di Campagna e Lucento. Male anche San Salvario

Nel 2018 è aumentato il numero del le zone con differenze in termini di valori percentuale […]

leggi tutto...

22/03/2019

Allarme siccità nei campi – In grave crisi grano, orzo e foraggio

La lunga assenza di piogge è ormai un incubo per i campi piemontesi. L’allarme siccità continua: […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy