Perino attacca il Movimento 5 Stelle sul Tav “In che mani ci siamo messi”

13/08/2018

CONDIVIDI

Il leader No Tav in aperta polemica con il ministro delle Infrastrutture Toninelli

“Sterili proclami quando noi attendiamo atti amministrativi”.

Alberto Perino, storico leder del Movimento No Tav innesca la polemica con i 5 Stelle al governo, colpevoli, a suo avviso, di essere poco incisivi sulla battaglia per la chiusura del progetto Torino-Lione

“L’unica forza politica, in questo momento, che può generare la differenza, è il M5S” – aveva dichiarato solo pochi mesi fa il leader No Tav alla vigilia delle ultime elezioni. Ma ora lo stesso Perino pubblica una nota in cui accusa i pentastellati di immobilismo:

“I Si Tav eTelt fanno i fatti, vanno avanti e lanciano gli appalti. I Cinque stelle continuano a fare sterili proclami invece di fare atti amministrativi”, è l’inizio del documento che Alberto Perino ha diffuso negli ambienti No Tav.
“E pensare che di cartucce da sparare ne avrebbero tantissime per bloccare gli ingranaggi della grande opera. Basta volerlo fare – aggiunge – “Ma per non disturbare il manovratore (Telt e Lega) queste cose non non vengono fatte da chi è stato mandato a Roma per bloccare la Tav”.

“I nostri tecnici hanno suggerito molti modi, ma loro niente –continua Perino, in polemica con il ministro delle Infrastrutture Toninelli. “ Attendono i risultati dell’analisi costi benefici. Poi quando questa sarà conclusa vedranno cosa fare, se saranno ancora al governo e se esisteranno ancora. In che mani ci siamo messi”.

Ora si attende la replica degli esponenti 5 Stelle del governo, chiamati in causa proprio su una delle storiche battaglie del Movimento.

Leggi anche

26/06/2019

L’Arcivescovo Nosiglia ribatte a Salvini “Prendiamo i migranti e li portiamo a Torino”

L’Arcivescovo di Torno Cesare Nosiglia ha risposto a Matteo Salvini, dopo che il Minsitro dell’Interno, intervenuto […]

leggi tutto...

26/06/2019

Salone del Libro, chiesto il processo per 26. Fra loro anche Piero Fassino

Il rinvio a giudizio di 26 persone è stato chiesto dalla procura di Torino a seguito […]

leggi tutto...

26/06/2019

“Il mio ex fidanzato è uno jihadista” – Ma era falso, studentessa denunciata

E’ stata denunciata dalla Digos per calunnia, furto e danneggiamento aggravato. Una ragazza i 25 anni, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy