Ronaldo la Juve è già tua

Ronaldo la Juve è già tua: a Verona incanta anche senza segnare

Torino

/

19/08/2018

CONDIVIDI

Dybala (fuori condizione) oscurato da CRFenomeno

Ronaldo la Juve è già tua. Questo il messaggio che il 3-2 conquistato a Verona contro il Chievo dà ad Allegri e al campionato

Ronaldo la Juve è già tua, ma Max avverte…

Se da una parta Massimiliano Allegri sorride per essere passato all’incasso della prima vittoria stagionale, dall’altra le telecamere del Bentegodi hanno anche immortalato le smorfie del suo volto per la fatica (e i rischi corsi) dalla sua squadra contro il Chievo. «Abbiamo sbagliato molto ed è calata l’attenzione – sottolinea il tecnico – Quando credi di avere in mano la partita, abbassi la velocità, permetti all’avversario di crossare, difendi male in area e normale che alla fine prendi gol”. Anzi, due. “Una partita così comunque ci voleva perché ci permette di capire quanto sarà difficile vincere di nuovo».

Solo 7 giorni di lavoro tutti insieme

Dunque, Allegri, ritorna sul concetto espresso nella conferenza pre-partita: via l’euforia di luglio per l’arrivo di Ronaldo. Ritrovare equilibrio e calarsi nell parte: le partite si vincono in campo, non a parola. E a sprazzi la Juventus ha mostrato un tasso tecnico molto elevato, con CR7 a incantare il pubblico e già dai primi 90′ ha dimostrato che si è già preso in mano la Juventus. Dybala, ancora lontano dalla forma migliore, che è il giocatore con maggior spessore tecnico della passata stagione, è praticamente scomparso al suo cospetto.  E ovvio, che il portoghese e l’argentino devono imparare a conoscersi, ma per ora, i due, sono due pianeti diversi. «Sono solo sette giorni che lavoriamo insieme – rimarca Allegri –. Dobbiamo anche imparare a conoscere Ronaldo. Ha dialogato bene con Dybala, si è calato con semplicità nella squadra e mi ha impressionato. Spiace che non abbia segnato, ma Sorrentino l’ha fermato alcune volte. Era comunque contento per la vittoria. Cancelo? Ha fatto un buon primo tempo, poi ha causato il rigore e si è sentito in colpa, invece non deve abbattersi per un episodio».

Tutti aspettano CR7 ma ecco Bernaderschi

E mentre tutti si aspettano il colpo del CRFenomeno per risolvere la partita, per mettere in cassaforte i tre punti, ci pensa Bernardeschi a firmare il gol-vittoria. “Sono felice, al di la della rete, dei tre punti – sorride l’attaccante a fine partita – . Non è stato facile giocare con questo caldo, ma ci abbiamo messo il cuore. Abbiamo grandi campioni ma nel calcio non conta essere favoriti sulla carta, conta quello che dice il campo. Abbiamo perso un po’ le misure durante la gara, ma ci sta, anche perché a inizio stagione è dura lottare per 90 minuti. Ma siamo una squadra, e lo abbiamo dimostrato. Inoltre vanno fatti i complimenti al Chievo, che ha giocato una grande partita».

Leggi anche

20/09/2018

La battaglia ai lavavetri continua – Un centinaio identificati e multati

Continuano le operazioni della Polizia Municipale per contrastare il fenomeno dei lavavetri: dall’inizio dell’anno sono 109 […]

leggi tutto...

20/09/2018

Telenovela olimpica senza fine – Chiamparino “Riprendiamo i discorsi su candidatura Torino”

Quella sulla candidatura italiana ai Giochi olimpici invernali del 2026 sembra una telenovela che non ha  […]

leggi tutto...

20/09/2018

Spaccata all’auto e fuga dalla Polizia – La delinquenza non si ferma in periferia

Nuovo episodio di criminalità in zona Madonna di Campagna, periferia di Torino, dove casi di questo […]

leggi tutto...