Salvini dopo le fiamme a Torino “Schifoso bruciare manichini in piazza. Imparate la democrazia”

CONDIVIDI

Sono stati bruciati da alcuni studenti in pieno centro a Torino due manichini raffiguranti i vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio.

Il gesto è avvenuto nel corso del corteo studentesco odierno nel capoluogo piemontese, mentre venivano scanditi slogan contro il governo.

Foto di Salvini e Di Maio sono state attaccate da alcuni studenti ai lampioni della centralissima piazza Castello, con il volto imbrattato di vernice rossa. Quindi sono state date alle fiamme.

Un gesto eclatante che ha suscitato la reazione del leader della Lega e Ministro dell’Interno Salvini che ha invitato i responabili a seguire molte ore di educazione civica.

Questi ‘democratici’ studenti, coccolati dai centri sociali e da qualche professore,avrebbero bisogno di molte ore di educazione civica –ha commentato Salvini sul suo profilo twitter

“Forse capirebbero che BRUCIARE in piazza il manichino di Salvini, e di chiunque altro, o appenderne ai lampioni le immagini è una cosa schifosa“.

Leggi anche

11/12/2018

Alta Velocità – Nuova Stazione a Chivasso: “La Regione non perda tempo”

“A che punto è il progetto della fermata dell’alta velocità a Chivasso?”: così Benito Sinatora, consigliere […]

leggi tutto...

11/12/2018

No all’aumento dei posti letto ospedalieri in Piemonte

No all’incremento del numero di posti letto ospedalieri pubblici e privati e delle case di cura […]

leggi tutto...

11/12/2018

Uccide a bastonate il figlio disabile. Fermato dai carabinieri l’anziano padre

Un uomo di 41 anni, disabile, è stato ucciso dal padre che lo ha colpito ripetutamente, […]

leggi tutto...