Trionfo dei giardini della Reggia di Venaria – Sono il Parco piu’ bello d’Italia

01/10/2019

CONDIVIDI

I giardini della Reggia sono uno straordinario connubio tra antico e moderno

I giardini della Reggia di Venaria sono stati eletti  il parco pubblico più bello d’Italia. Gli splendidi giardini sono stati proclamati vincitori dal Comitato Scientifico per la XVII edizione del Concorso nazionale “Il Parco più Bello d’Italia”.
Il concorso ha lo scopo di valorizzare l’inestimabile patrimonio di parchi e giardini d’Italia. Nel luglio scorso i giardini, già dichiarati Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco, erano entrati fra i dieci finalisti. Poi il trionfo.

I giardini della Reggia sono diventati in poco tempo uno straordinario connubio tra antico e moderno, un dialogo virtuoso tra insediamenti archeologici e opere contemporanee.
Spiegano i responsabili:

“Nel Parco Basso si estende per 500 metri il Giardino delle Sculture Fluide di Giuseppe Penone, con 14 sculture che scandiscono un cammino senza cesure tra mondo minerale, vegetale e umano. Nel Parco Alto invece, al centro del Gran Parterre juvarriano, la suggestiva installazione dell’artista Giovanni Anselmo: sei lastre di granito su cui è incisa la scritta “Dove le stelle si avvicinano di una spanna in più. Il tutto incorniciato in un’incomparabile visione all’infinito che non ha riscontri analoghi fra i giardini italiani per la magnificenza delle prospettive e la vastità del panorama naturale circondato dai boschi del Parco della Mandria e dalla catena montuosa delle Alpi”.

I giovani Giardini della Reggia di Venaria, inaugurati solo nel 2007 si stanno trasformando di anno in anno. La loro visita può dunque costituire una piacevole sorpresa anche per chi li ha già visitati in passato.

I visitatori possono percorrerli in carrozza, sul trenino Freccia di Diana o goderseli da una diversa prospettiva: dalla gondola nell’incantevole scenario della Peschiera, secondo gli antichi svaghi di corte. Dal Potager Royal al Roseto, dal Gran Parterre juvarriano al Giardino delle Sculture Fluide di Giuseppe Penone, senza dimenticare che proprio pochi giorni fa è stato inaugurato il Giardino del Tempio di Diana, in origine contraddistinto da una struttura del Castellamonte, poi smantellata nel 1700 e i cui preziosi materiali sono stati riutilizzati altrove nella Reggia.

Leggi anche

19/02/2020

Controlli nel ‘supermarket’ dello spaccio di Barriera – Due denunce

Ieri sera, martedì 18 Febbraio,  personale del Commissariato Barriera Milano, col supporto di agenti del Reparto […]

leggi tutto...

19/02/2020

The Student Hotel investe 65 milioni su Torino – Eventi, mostre e svago in un edificio al’avanguardia

Dopo Firenze, Bologna e Roma, The Student Hotel sbarca anche a Torino, con la creazione di […]

leggi tutto...

19/02/2020

Nordafricano totalmente ubriaco lancia sassi e cocci di vetro ai passanti – Arrestato a Torino

Sono da poco passate le 20 di domenica sera quando gli operatori del Commissariato Centro notano […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy