Agguato contro la Polizia: chiodi a tre punte in strada “Poteva finire in tragedia” – I mezzi diretti a Chiomonte

05/07/2020

CONDIVIDI

Le ruote delle auto si sono forate sui chiodi a tre punte sparsi sull'asfalto

“Poteva finire in una vera e propria tragedia. Fortunatamente, la fermezza degli autisti degli automezzi in colonna ha consentito di evitare il peggio per tutti” – è il commento, diffuso in una nota dal Siulp, il sindacato dei lavoratori di polizia, dopo l agguato avvenuto nella notte tra sabato 4 e domenica 5 luglio, sulla A32, agli automezzi della polizia in marcia verso il cantiere Tav di Chiomonte.

Erano all’incirca le 00.45: le ruote delle auto si sono forate nella galleria Cels sui chiodi a tre punte sparsi sull’asfalto.

“È stato superato il limite – prosegue la nota del sindacato- “L’unica risposta che uno Stato di diritto che salvaguarda la propria autorità e la propria volontà politica, non può che essere tolleranza zero. Non è più possibile sperare in atti di responsabilità da parte di chi per decenni ha costretto le forze dell’ordine e l’autorità dello Stato a continui e pressanti servizi di contenimento, prevenzione e repressione, per garantire la costruzione della Tav che, piaccia o non piaccia, è stata voluta dal potere legislativo che rappresenta i cittadini e la loro sovranità”.

Intanto continua la protesta degli attivisti No Tav, il nuovo presidio a Chiomonte, nella zona dei Mulini, prosegue ormai da 15 giorni.

Leggi anche

03/08/2020

Festa del Sacrificio a Torino: scoperto mattatoio clandestino – Cento ovini pronti al macello

E’ stato scoperto un mattatoio clandestino all’interno del quale stavano per essere macellati centinaia di ovini, […]

leggi tutto...

03/08/2020

“Piemonte non in grado di tenere distanziamento su mezzi pubblici, a rischio lavoratori e utenti”

“Il Piemonte non è nelle condizioni di eliminare il distanziamento a bordo dei mezzi pubblici”, sono […]

leggi tutto...

03/08/2020

Fusione tra Intesa San Paolo e Ubi Banca – Nasce la settima banca dell’Eurozona

Dopo le prime offerte del febbraio scorso fra gli azionisti non andate a buon fine, nelle […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy