06/04/2021

Territorio

Ancora esami per AstraZeneca – Nuove limitazioni in Europa, ecco cosa accade

CONDIVIDI

Nuovi esami per AstraZeneca in Italia, Francia e Germania.

Nelle ultime ore l’Olanda ha optato di sospenderne del tutto l’utilizzo per precauzione, in seguito ad effetti collaterali con trombosi estesa in combinazione con basso numero di piastrine.

All’Olanda ha ‘risposto’ la Gran Bretagna. L’agenzia di regolamentazione dei medicinali (Mhra) ha ribadito la sicurezza del vaccino, spiegando che solo sette persone su 18,1 milioni di dosi somministrate sono morte a causa di rari trombi sviluppati dopo il vaccino. “I benefici nella prevenzione dell’infezione da Covid-19 e delle sue complicazioni continuano a essere maggiori di qualsiasi rischio», ha evidenziato l’agenzia.

In Europa, la Germania punta ad un richiamo con un altro preparato.
Così spiega il Sole 24 Ore:

“In seguito alla raccomandazione di somministrare AstraZeneca solo alle persone con più di 60 anni (accompagnata da quella di deroghe per pazienti più giovani ma a discrezione del medico curante), ora la Commissione vaccinale permanente tedesca (Stiko) sta valutando di consigliare a quegli stessi che abbiano già ricevuto la prima dose di AstraZeneca di farsi inoculare per la seconda dose un vaccino diverso a mRna (cioè quelli del tipo BioNTech-Pfizer e Moderna). Laddove accolta, questa soluzione potrebbe interessare una platea molto vasta in Germania: dai numeri dell’Istituto Robert Koch pressapoco tre milioni di persone hanno ricevuto una vaccinazione iniziale con il preparato AstraZeneca e poco meno di duemila sono state già trattate con la seconda dose. Fra questi però si contano anche over 60 ai quali non si applicherebbe la raccomandazione sulla seconda dose con vaccino diverso”.

E in Italia? “E’ giusto ragionare, investigare e dare risposte” ha ribadito nelle ultime ore il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri.
Si attndono dati più solidi e se emergessero dall’Ema linee guida diverse rispetto all’attuale quadro autorizzativo saranno subito recepite.
“Ma al momento – dicono voci del Governo – “mancano totalmente i presupposti per circoscrivere ulteriormente il ricorso ad AstraZeneca.
“Ci sono stati 62 casi di trombosi in tutto il mondo, di cui 44 in Europa occidentale –  ha concluso il sottosegretario Sileri – “Non possiamo essere sicuri che la causa sia il vaccino ma non lo possiamo neanche escludere. Serve una maggiore vigilanza e per questo Ema rivaluterà, senza fermare la somministrazione di vaccini, se c’è un comune denominatore e nel caso ricalibrerà la somministrazione per determinate categorie”.

11/04/2021 

Cronaca

Piemonte, si accelera – Oltre 50mila vaccinazioni fra sabato e domenica, i numeri salgono

Piemonte: oltre 50mila vaccinazioni fra sabato e domenica. Non ci sono stati rallentamenti sul territorio nel […]

leggi tutto...

12/04/2021 

Cronaca

Covid in Piemonte – Continua il calo dei ricoveri nelle ultime ore: i dati dagli ospedali

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 1.372 nuovi casi di persone risultate positive al […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Sport

Sonego orgoglio torinese – Vince il torneo Atp Sardegna Open, è il primo italiano (dopo Volandri) a vincere in patria

Il torinese Lorenzo Sonego ha vinto il Sardegna Open, superando nella finalissima finale il campione in […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Cronaca

Scoperta festa abusiva nel centro di Torino – Ragazza sui social insulta la Polizia: multe e una denuncia

Gli agenti del Commissariato Centro sono intervenuti in uno stabile di via Mazzini poiché alcuni residenti […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Cronaca

Orribile strage nel Torinese – Uccide moglie, figlio e coppia di anziani padroni di casa. Poi si spara

Orribile strage nel Torinese. Un pensionato di 83 anni ha ucciso moglie, figlio disabile e una […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Cronaca

Vaccini in crescita – Il Piemonte primo in Italia per numero di persone che hanno ricevuto 2 dosi

Piemonte: prima regione per completamento del ciclo. Ieri, in un sabato da record che ha visto […]

leggi tutto...

Gli ultimi aggiornamenti sulle vaccinazioni

made with by dsweb.lab | Privacy Policy