05/05/2021

Economia

Effetto Covid – Crollo del mercato retail moda in Italia: persi 20 miliardi di euro in un anno

CONDIVIDI

La combinazione pandemia più crescita dell’ e-commerce (un’abitudine diffusa e rafforzata dalle misure restrittive causate dal Covid) ha portato in questi ultimi mesi ad un crollo del mercato retail moda in Italia.

Sono stati diffusi i dati del nuovo Report Fashion High Street 2021 post-pandemia 2020, realizzato da World Capital con Federazione Moda Italia-Confcommercio.

Nell’ultimo studio si dimostra come pesi come un macigno, sul nostro Paese, l’assenza di shopping tourism, che nel 2019 aveva generato oltre 7,5 miliardi euro di consumi da parte degli stranieri.
Ma  sul crollo del mercato grava anche l’ampio utilizzo nel pubblico e nel privato dello smart working,

20 miliardi di euro in meno per i consumi nel solo dettaglio moda nel 2020 (su quasi 60 miliardi di euro complessivi) è la perdita stimata da Federazione Moda Italia – Confcommercio.

Una crisi che porterà, nel complesso, alla chiusura definitiva di 20 mila negozi di moda in Italia su 115 mila punti vendita, mentre 50 mila addetti sui 310 mila rischiano il posto di lavoro.

I dati di Federazione Moda Italia evidenziano fortunatamente anche una lieve risalita del mercato negli ultimi mesi. Rispetto al 2020 si registra infatti una lieve diminuzione della percentuale del calo delle vendite (da 88,9% a 66,5%) e finalmente un incremento delle vendite che passano dal 3,4% a 14,1 per cento.

Così ha commentato in una nota il Presidente di Federazione Moda Italia-Confcommercio Renato Borghi:

Servono con urgenza “interventi a sostegno e per la ripresa del comparto come indennizzi congrui alle effettive perdite con rivisitazione dei parametri di perdita del fatturato utilizzati nel DL Sostegni; credito d’imposta su locazioni di immobili ad uso commerciale; credito d’imposta a tutte le attività della filiera della moda sulle rimanenze di magazzino; immissione di nuova liquidità e credito garantito; moratoria titoli di credito; moratoria fiscale e contributiva; iniziative volte a sostenere e stimolare la domanda interna come l’abbassamento temporaneo dell’IVA sui prodotti di moda al 10% e l’introduzione di bonus per l’acquisto dei prodotti di moda magari Made in Italy, sulla scia del bonus mobili e ecobonus auto”.

17/06/2021 

Cronaca

Porta Palazzo – Abusivi vendono medicinali non autorizzati: sequestri e multe

Martedì pomeriggio, nell’ambito di controlli ordinari a tutela della salute dei consumatori all’interno del settore ortofrutta […]

leggi tutto...

17/06/2021 

Territorio

Torino – Caldo in aumento e afa fino a domenica, punte di 35 gradi: la situazione

Continua a dominare su Torino e il resto del Piemonte l’anticiclone nordafricano. Nei prossimi giorni aumenterà […]

leggi tutto...

17/06/2021 

Cronaca

Benzina e gasolio, prezzi alle stelle – Vacanze ‘carissime’ per gli italiani

Sono stati pubblicati dal ministero dello Sviluppo Economico i dati settimanali sui prezzi dei carburanti. I […]

leggi tutto...

17/06/2021 

Territorio

Maxi progetto da 25milioni di euro per Stupinigi – “Sarà meglio della Reggia di Venaria”

La Regione Piemonte è pronta ad investire 25 milioni di fondi europei su Stupinigi: “Insieme a […]

leggi tutto...

17/06/2021 

Cronaca

Barriera di Milano come il Bronx – Nuova rissa fra pusher, bottigliate e bastoni VIDEO

Nuovo video denuncia di Matteo Rossino, portavoce di Torino Tricolore, sulla situazione ormai fuori controllo in […]

leggi tutto...

17/06/2021 

Territorio

Torino – L’aeroporto sarà base strategica per Ryanair: nuovi posti di lavoro e nuove rotte internazionali

Ryanair ha aperto ieri la una nuova base italiana a Torino, per la città è un […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy