20/02/2024

Territorio

Elkann, ora i Pm indagano sul Lichtenstein: 10 milioni da un imprenditore russo

CONDIVIDI

Elkann, ora i Pm indagano sul Lichtenstein: 10 milioni da un imprenditore russo
Le indagini sulla presunta frode fiscale che riguarda John Elkann e l’eredità di Gianni Agnelli e Marella Caracciolo rivelano una rete intricata di società fiduciarie e transazioni finanziarie.

Dall’esposto presentato da Margherita Agnelli e un’ispezione antiriciclaggio presso la P fiduciaria, emerge il collegamento tra John Elkann e la società anonima Blue dragons nel Liechtenstein.

Elkann risulta titolare solo delle quote della Iig Spa in liquidazione, mentre il resto del suo patrimonio non appare nei database.

Le indagini coinvolgono anche la Simon fiduciaria, controllata dalla banca privata Ersel, sospettata di rappresentare gli interessi di John Elkann. Questa società detiene l’intestazione fiduciaria di Merope property company Roma, coinvolta in progetti immobiliari.

“Nel settembre 2021 sulla totalità delle quote della Elettra  – scrive CalcioFinanza – ” è stato posto un pegno a favore del Banco Bpm e di Intesa San Paolo a garanzia di un finanziamento a medio lungo termine di quasi 100 milioni di euro. A fine 2022 la società risultava proprietaria di diversi immobili a Roma, situati nelle vicinanze di villa Borghese e dell’ambasciata statunitense. La società è stata oggetto di un’altra segnalazione per una somma arrivata proprio dall’onnipresente Liechtenstein.

Infatti, il 18 giugno 2021 sul conto della Elettra – si legge ancora su CalcioFinanza – “è arrivato un bonifico da 10 milioni di euro inviato a titolo di versamento in conto aumento capitale da tale Valery Gulev. Oggi questo imprenditore originario di Belgorod, nella Russia occidentale, ha una partecipazione dell’11,04% della società e le sue quote hanno un valore nominale di 38.666,67 euro. In passato Gulev ha avuto una partecipazione nella Atlante Srl poi ceduta alla Merope property company, tra i soci della Elettra.

I 10 milioni in questione provenivano da Vaduz, capitale del Liechtenstein e più precisamente da un conto della Banque Havilland Ag, un istituto di credito privato specializzato nella gestione di grandi patrimoni. Ricordiamo che a Vaduz veniva accreditato anche il vitalizio destinato a Marella Caracciolo, ma in un’altra banca. Per tale rendita è stata aperta l’inchiesta della Procura di Torino. Si tratta di due storie diverse che, però, confermano l’importanza del principato”.

20/04/2024 

Economia

Dal Piemonte alla conquista del mondo – Satispay, ideato da 3 piemontesi, diventa un colosso internazionale: sarà diffuso in tutto il mondo

Dal Piemonte alla conquista del mondo – Satispay, ideato da 3 piemontesi, diventa un colosso internazionale. […]

leggi tutto...

20/04/2024 

Territorio

Torino – Il Caat, Centro agro alimentare di Torino, ‘sbarca’ in Francia: “Facciamo conoscere le nostre eccellenze”

 Il Caat, Centro agro alimentare di Torino, ‘sbarca’ in Francia: “Facciamo conoscere le nostre eccellenze” Il […]

leggi tutto...

19/04/2024 

Torino – Cagnolina vittima di maltrattamenti salvata dalla Polizia: ora cerca casa

Torino – Cagnolina vittima di maltrattamenti salvata dalla Polizia: ora cerca casa Negli scorsi giorni, la […]

leggi tutto...

19/04/2024 

Territorio

A Torino apre il primo Primark in Italia con casse self-service: nuovi posti di lavoro. Ecco dove

A Torino apre il primo Primark con casse self-service: nuovi posti di lavoro. Ecco dove Primark […]

leggi tutto...

19/04/2024 

Territorio

Torino – Al via “Auto Moto Turin Show”, grande Fiera internazionale con autentici gioielli. L’evento

Torino – Al via Auto Moto Turin Show, grande Fiera internazionale del settore automobilistico. L’evento Grande […]

leggi tutto...

19/04/2024 

Territorio

Torino – Un nuovo Campus per l’area ex Diatto: continua il recupero del quartiere

Torino – Un nuovo Campus per l’area ex Diatto: continua il recupero del quartiere E’ stato […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy