Marocchina ruba al supermercato, poi graffia e prende a pugni il vigilante – Arrestata

07/01/2020

CONDIVIDI

Protagonista una cittadina marocchina di 46 anni

Graffi, spinte e pugni nel tentativo di guadagnare la via di fuga. Questo è quanto successo presso il supermercato Pam di Via San Paolo, protagonista una cittadina marocchina di 46 anni.

Sono le 16.30 circa di venerdì pomeriggio, quando la donna entra nel punto vendita e si aggira tra gli scaffali, munita di numerose borse. Individuati alcuni prodotti di suo interesse, li ripone nelle buste al seguito. Insospettito dal comportamento della “cliente”, un dipendente della vigilanza interna inizia a moritorarne i movimenti.

Terminato il giro tra i vari reparti, la donna si dirige verso l’uscita di emergenza, senza passare per le casse. A questo punto il vigilante le si avvicina, chiedendo di poter verificare la merce all’interno delle buste. Alla richiesta, la donna reagisce inaspettatamente spintonandolo, nel tentativo di guadagnarsi la fuga. Una volta uscita, viene nuovamente raggiunta dal sorvegliante, che subisce l’ira della donna con spinte, graffi e pugni indirizzati al volto. Nel frattempo, i dipendenti del supermercato allertano gli agenti della Polizia di Stato che giunti sul posto, bloccano la quarantaseienne e recuperano 3 buste, precedentemente abbandonate, contenenti prodotti alimentari e cosmetici, per un totale di oltre 100 euro.

Leggi anche

09/07/2020

Manutenzioni stradali a Torino, interventi a tappeto – Ecco la mappa con tutti gli interventi

Torino negli ultimi dieci anni ha sofferto particolarmente in termini di manutenzioni stradali. Il Comune di […]

leggi tutto...

08/07/2020

‘Un Po d’Amare’ – 60 kg di rifiuti raccolti nel fiume in 4 mesi, il 60% è plastica

Un ‘Po d’Amare’ – l’iniziativa voluta da Amiat Gruppo Iren, predisposta da Fondazione per lo sviluppo […]

leggi tutto...

09/07/2020

Dopo 100 giorni di chiusura riapre il Castello del Valentino “Un Patrimonio che torna ai Torinesi e ai visitatori”

Dopo un lunghissimo periodo di chiusura durato oltre 100 per le restrizioni causate dall’emergenza coronavirus, il […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy