Nuovo intervento da primato al Mauriziano – Robot ‘elettricista del cuore’ salva la vita a paziente

02/12/2019

CONDIVIDI

Con questa tecnica avveniristica il robot riesce a raggiungere le sedi cardiache malate

Ancora un grande intervento compiuto in una struttura ospedaliera torinese. L’operazione da primato è stata effettuata all’ospedale Mauriziano grazie all’utilizzo di Stereotaxis, il robot ‘elettricista del cuore’ che ha salvato la vita ad un paziente di 65 anni affetto da una grave aritmia cardiaca ventricolare.

Questo sistema è stato usato per la prima volta in Italia per una procedura di ablazione.

L’operazione, tecnicamente riuscita e durata quattro ore, è stata effettuata dal dottor Stefano Grossi, nella sala di elettrofisiologia della Cardiologia diretta dal dottor De Benedictis.

Il robot Stereotaxis, ha spiegato lo staff medico all’Ansa, ha localizzato le lesioni aritmogene con un mappaggio elettrico del cuore e ha utilizzato le informazioni ottenute dalla risonanza magnetica cardiaca effettuata dalla dottoressa Chiara Lario presso la Radiologia diretta dal dottor Stefano Cirillo.

Con questa tecnica avveniristica il robot riesce a raggiungere le sedi cardiache malate, prima invisibili, con precisione estrema. E riesce a distruggerle attraverso una ablazione transcatetere, impedendo che nuove aritmie possano svilupparsi.

Leggi anche

27/05/2020

Torino, bimba nasce col cuore fuori dal corpo – Parto eccezionale alla Città della Salute

Parto eccezionale a Torino. Alla Città della Salute è stata fatta nascere una bimba affetta da […]

leggi tutto...

27/05/2020

Piemonte, dopo i ripetuti assembramenti scatta l’obbligo di mascherina all’aperto

Dopo i ripetuti assembramenti degli ultimi giorni, registrati soprattutto nella città di Torino, in particolare nell’ultimo […]

leggi tutto...

27/05/2020

A Torino è allarme Amnèsia: la nuova droga, sembra marijuana ma ha gli effetti dell’eroina

Si sta diffondendo anche a Torino e nel Torinese la nuova droga chiamata ‘Amnesia’,  venduta come […]

leggi tutto...