06/03/2021

Sanità

Piemonte – Nuova legge per la medicina territoriale, ecco cosa cambia

CONDIVIDI

«Potenziare le forme associative della medicina generale sul territorio vuol dire aprire la strada ad un reale cambio di passo nella programmazione dell’assistenza sanitaria in Piemonte, puntando a un modello di medicina che non è più di attesa, ma di iniziativa, per consentire, nel medio-lungo periodo, una gestione ottimale delle patologie croniche e, nel breve periodo, la tempestiva intercettazione sul territorio dei pazienti sospetti Covid, con conseguente riduzione dell’impatto sugli ospedali. E’ un risultato strategico importante, soprattutto perché rilancia e potenzia i provvedimenti già attivati in questi mesi con le medesime finalità, dalla telemedicina alla Farmacia dei servizi, dall’accordo quadro sulle cure domiciliari, al nuovo portale salutepiemonte.it sui servizi sanitari digitali della Regione Piemonte. Il tutto con il comune obiettivo di garantire l’uniformità assistenziale a tutti i cittadini piemontesi, superando le differenze territoriali e organizzative».

Così l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi, commenta l’approvazione in Consiglio regionale della nuova legge sullo sviluppo delle forme associative della Medicina generale.

«L’emergenza sanitaria – aggiunge Icardi -, ha reso drammaticamente evidente quanto sia necessario riportare al centro il ruolo della medicina generale sul territorio. Un obiettivo al quale abbiamo dedicato fin da subito la massima attenzione, fino ad attivare in piena pandemia un apposito gruppo di lavoro coordinato dal professor Ferruccio Fazio che ha prodotto un ventaglio di soluzioni concrete raccolte nella nuova legge. L’investimento di 10 milioni all’anno messo in campo dalla Regione, oltre ai 17,3 milioni di euro già destinati dalla stessa Regione alle attrezzature sanitarie di diagnostica di primo livello a favore dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta e all’investimento regionale di 7 milioni di euro stanziati per la telemedicina, dimostra chiaramente che si sta facendo sul serio e che la svolta c’è stata».

In dettaglio, la nuova legge riconosce all’Assistenza Primaria il ruolo cardine dell’assistenza territoriale, potenziando le attuali forme associative di “medicina di gruppo” e “medicina di “rete” della Medicina Generale.

I medici che sceglieranno di lavorare in una di queste due modalità associative potranno essere supportati da personale di studio.

La modalità di lavoro in gruppo consente le maggiori sinergie ed economicità di scala (per esempio permette di sommare i singoli rimborsi per personale di studio e infermiere e di suddividere le varie spese) e nel contempo offre ai cittadini proposte di medicina proattiva e un medico disponibile per più ore, mattino e pomeriggio.

La modalità di medicina in rete, invece, potrà essere preferibilmente attivata nei territori molto ampi, con popolazione scarsa e ambulatori medici più dispersi, in quanto non prevede l’obbligo di una sede unica, ma consente ai medici di mantenere i loro ambulatori, per non compromettere la capillarità dell’assistenza e favorire l’accessibilità agli assistiti.

12/04/2021 

Cronaca

Vaccinazioni di massa a Torino – Riapre l’ospedale del Valentino: sarà centro per vaccini dei più giovani

Alla luce della pressione ospedaliera, che si conferma in fase di progressiva decrescita, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

12/04/2021 

Cronaca

Folle violenza vicino al Valentino – Nordafricano colpisce ripetutamente al volto una donna, senza motivo: inseguito e arrestato

Sono circa le 19 quando una chiamata al 112 NUE segnala l’aggressione di una cittadina da […]

leggi tutto...

12/04/2021 

Curiosa passeggiata a Torino – I vigili scortano Mamma anatra (smarrita) e il suo anatroccolo fino al fiume Po

La Polizia Municipale fa la scorta a mamma anatra e al suo anatroccolo fino al fiume […]

leggi tutto...

12/04/2021 

Cronaca

Torino, spaccio selvaggio: “Bimbi costretti a fare lo slalom fra i pusher fuori da scuola”, la protesta di volontari e residenti

Spaccio selvaggio anche all’esterno della scuola, dove i bimbi, appena tornati in classe, sono costretti a […]

leggi tutto...

12/04/2021 

Sport

Ottima notizia per Torino – La Coppa Davis si giocherà nella città della Mole “Importanti ricadute per il territorio”

“Anche la Coppa Davis sarà a Torino”. L’annuncio è stato dato questa mattina, lunedì 12 Aprile […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Cronaca

Piemonte, si accelera – Oltre 50mila vaccinazioni fra sabato e domenica, i numeri salgono

Piemonte: oltre 50mila vaccinazioni fra sabato e domenica. Non ci sono stati rallentamenti sul territorio nel […]

leggi tutto...

Piemonte: oltre 50mila vaccinazioni fra sabato e domenica

made with by dsweb.lab | Privacy Policy