08/09/2023

Cronaca

Pugno duro Meloni col Decreto Caivano’: arresti in flagranza, daspo e ‘lotta’ al porno: ecco le misure contro i baby delinquenti

CONDIVIDI

Pugno duro Meloni: arresti in flagranza, daspo e ‘lotta’ al porno: ecco le misure contro i baby delinquenti

Il governo ha approvato il “Decreto Caivano”, per combattere la crescente criminalità giovanile, in risposta agli episodi di violenza registrati a Caivano e Palermo.

La presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, in conferenza stampa, ha sottolineato la necessità di questa misura, in particolare dopo il gravissimo episodio a Caivano, dove due giovani ragazzine sono state stuprate ripetutamente dal branco.

Il decreto introduce diverse misure per combattere la criminalità tra i giovani, incluse pene più severe per i minori e l’arresto in flagranza per alcuni reati commessi da ragazzi tra i 14 e i 18 anni. Meloni sottolinea che queste misure sono intese come prevenzione, non come repressione. Nel decreto è previsto anche un “Daspo urbano” per i quattordicenni, ma non è stata abbassata l’età minima di imputabilità da 14 a 12 anni.

Viene esteso ai dodicenni l’ammonimento del questore e, in certi casi, i genitori potrebbero essere chiamati in causa. Meloni ha anche menzionato la possibilità di revoca della potestà genitoriale per quei genitori che introducono i propri figli nella criminalità o che favoriscono l’abbandono scolastico.

«Se l’uso dei minorenni si è allargato nelle pratiche criminale è anche perché la criminalità organizzata sapeva che non ci sarebbero state particolari conseguenze. Si è fatta scudo dei giovani. Per tutelarli li abbiamo esposti» ha evidenziato Meloni. “Finora se un ragazzo girava con la pistola carica non si poteva arrestare. Per questo abbiamo previsto l’arresto in flagranza per reati prima non previsti per ragazzi tra 14 e 18 anni».

“Nel decreto – riporta il Corriere della Sera – “c’è il Daspo urbano per i quattordicenni ma non c’è l’abbassamento della imputabilità da 14 a 12 anni. «Non se n’è mai parlato» assicura la premier. C’è invece l’estensione ai dodicenni dell’ammonimento del questore. Ma, assicura la premier: «Nessuno sbatte in galera i bambini. I 12enni vengono convocati assieme ai genitori che possono essere chiamati in causa».

«Se introduci un minore nelle dinamiche criminali credo sia giusto che ti venga tolta la potestà genitoriale – dichiara Meloni: “Noi offriamo alternative alla strada e allo spaccio, potenziamo la scuola e il doposcuola. Ma funziona se i bambini a scuola ci vanno. Finora per chi non li mandava la pena era di 30 euro e basta. Ora ti fai due anni di carcere e rischi la revoca della patria potestà”.

«Le misure sono insufficienti – conclude Meloni, come riporta il Corriere –  “Ma siamo pronti a inserirne altre», assicura. Ad esempio la certificazione dell’età di chi accede ai siti porno, espunta dal testo. «È una materia molto complessa sulla quale si interrogano i governi di mezzo mondo e non considero giusto intervenire per decreto. Spero che il Parlamento possa agire: quando il ministro Roccella ha detto che l’età di primo accesso ai siti pornografici è scesa ormai a 6 anni ho visto sbiancare le facce di alcune madri ed anche la mia»

 

25/06/2024 

Territorio

Torino – Salone del Libro, le polemiche continuano. A distanza di un mese, le proteste degli editori

Torino – Salone del Libro, le polemiche continuano. A distanza di un mese, le proteste degli […]

leggi tutto...

25/06/2024 

Territorio

Torino- Savona, l’Odissea continua: disagi e cantieri in autostrada: “Arrivare al mare è un’utopia”

Torino- Savona, l’Odissea continua: disagi e cantieri in autostrada: “Arrivare al mare è un’utopia” L’autostrada Torino-Savona […]

leggi tutto...

25/06/2024 

A Torino un grande evento: Cinema all’aperto sul tetto del Lingotto. Al via le proiezioni INFO

A Torino un grande evento: Cinema all’aperto sul tetto del Lingotto. Al via le proiezioni  A […]

leggi tutto...

24/06/2024 

Territorio

A Torino Marina Abramović riceve il Diploma Honoris Causa: “Impulso straordinario nelle arti performative”

A Torino Marina Abramović ha ricevuto un Diploma Honoris Causa in Tecniche performative per le arti […]

leggi tutto...

25/06/2024 

Territorio

Torino – Paura per un bambino: scende alla stazione Lingotto e ‘perde’ la mamma. Aiutato dalla Polizia

Torino – Paura per un bambino: scende alla stazione Lingotto e ‘perde’ la mamma. Una famiglia […]

leggi tutto...

25/06/2024 

Sport

Italia, una fatica immane – Il gol al 98′ ci porta agli Ottavi di finale a Berlino

Italia, una fatica immane – Il gol al 98′ ci porta agli ottavi di finale da […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy