23/10/2022

Territorio

Torino – E’ il giorno del Bike Pride: attesi migliaia di partecipanti. Obiettivo: “Limite dei 30 km/h in tutte le strade”

CONDIVIDI

Torino – E’ il giorno del Bike Pride: attesi migliaia di partecipanti.

L’ultima volta del ‘Bike Pride’, nel 2019, erano stati in 13mila a manifestare l’orgoglio di chi utilizza la bicicletta per spostarsi a Torino. Numeri che certificavano la sempre maggiore presenza della bici nella nostra città, peraltro consolidatasi nel corso dei due anni di pandemia, e “l’occasione per avanzare proposte all’Amministrazione per migliorare lo spazio pubblico della città, la sicurezza delle strade per chi si muove in bicicletta e avvicinare chi lo vorrebbe fare a beneficio della collettività”.

A ricordarlo è Elisa Gallo, presidente di “Fiab Torino Bike Pride” e consigliera nazionale Fiab , nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’undicesima edizione che torna finalmente dopo due anni di stop, domenica 23 ottobre con ritrovo, dalle 14, al Parco del Valentino.

Sarà anche un momento di festa “per invitare i torinesi a riappropriarsi dello spazio pubblico”, ha detto la Gallo. “Viviamo la città. Spazio pubblico, mobilità attiva, benessere” è il messaggio che accompagna la parata cittadina in bicicletta che quest’anno si snoda su un percorso di dieci chilometri.

Lo spazio a disposizione di ogni abitante, all’interno di una città, è per definizione una risorsa scarsa e pertanto preziosa. “Nel corso del 1900 lo spazio pubblico è stato riservato sempre più alle auto: carreggiate, parcheggi, malasosta, assenza di vegetazione e isole di calore – raccontano gli organizzatori del Bike Pride -.  Il concetto di cittadinanza – spiegano – si costruisce proprio a partire dallo spazio pubblico come punto di incontro, producendo in chi lo fruisce il senso di appartenenza alla propria città e allo stesso tempo il senso di proprietà e responsabilità collettiva nei confronti di quello spazio”.

A questo, si aggiungono oggi crisi sistemiche: la crisi climatica, provocata dai gas serra, trova una delle sue cause nel traffico automobilistico. L’inquinamento atmosferico che ne deriva provoca danni alla salute umana e agli ecosistemi.

La crescente crisi legata ai problemi di obesità e di malattie cardiocircolatorie vede tra le sue cause la sedentarietà e una crescita della mobilità attiva rappresenta una valida risposta per affrontare alcuni problemi di salute.

Restituire lo spazio pubblico alla persone, cambiando la mobilità urbana, significa restituire a tutti un diritto: allo spazio, all’aria pulita, alla salute, all’indipendenza economica e al benessere.

Per tutti questi motivi la richiesta  espressa da Elisa Gallo all’ amministrazione cittadina è”far diventare Torino città a 30 km l’ora, realizzare strade scolastiche davanti a tutte le scuole e una campagna di comunicazione efficace sulla mobilità sostenibile e introdurre i fine settimana di strade aperte. Le infrastrutture però sono solo un pezzetto – sottolinea -, il resto lo fa il cambiamento culturale”.

Proposte sulle quali l’assessora alla Transizione Ecologica, Chiara Foglietta , ha assicurato l’impegno della Città. “Sui limiti a 30 km l’ora – ricorda – stiamo iniziando a valutare dove sia possibile l’inserimento della cartellonistica e da subito ci siamo messi al lavoro sulle strade scolastiche avviandone 10 e ne faremo altre. Alcune saranno in via sperimentale, altre più strutturali. Sulla comunicazione – concorda – la Città deve investire di più anche nel cambiamento culturale, perché al di là dei progetti che possiamo e vogliamo portare avanti, serve un cambio di mentalità”.

Dal raduno fissato davanti all’Imbarchino i partecipanti si muoveranno attraversando porzioni di San Salvano, Vanchiglia, Crocetta e Santa Rita, per poi tornare nel parco.

Le strade in questione, durante l’evento, saranno temporaneamente chiuse al traffico; parliamo di corso Massimo, corso Cairoli, corso Regina, corso Duca degli Abruzzi, corso Unione e corso Dante.

Bike Pride 2022. La pedalata partirà alle ore 15.00 dal Parco del Valentino (viale Virgilio) e proseguirà il percorso lungo viale Virgilio, corso Cairoli, lungo Po Diaz, lungo Po Cadorna, corso San Maurizio, corso Regina Margherita, Rondò Rivella, corso Regina Margherita (sottopasso piazza della Repubblica) fino a Rondò della Forca, corso Valdocco, corso Palestro, via Cernaia da corso Palestro a corso Vinzaglio, corso Vinzaglio, corso Duca degli Abruzzi, corso IV Novembre fino a via Filadelfia, corso Unione Sovietica fino a corso Dante , corso Dante fino a corso Massimo d’Azeglio, corso Massimo d’Azeglio fino a corso Vittorio Emanuele II, corso Vittorio Emanuele II sino all’Arco monumentale arma di Artiglieria.

Dalle ore 15.00 si segnalano possibili rallentamenti e code lungo gli assi viabili interessati dal percorso.

La foto dal sito del Comune di Torino

24/06/2024 

Il regista Ozpetek denuncia: “Sento peggiorata nell’aria la situazione delle donne. Stiamo tornando indietro”

Ferzan Özpetek è stato ospite al Festival di Taormina, dove ha ricevuto un premio per il […]

leggi tutto...

24/06/2024 

Territorio

Bere troppa acqua può essere tossico – Ecco la quantità ideale: l’ultimo studio

Bere troppa acqua può essere tossico – Ecco la quantità ideale: l’ultimo studio Bere acqua, è […]

leggi tutto...

24/06/2024 

Territorio

Torino – Festa di San Giovanni in piazza per 50mila Torinesi: strade chiuse e divieti. Tutte le INFO

Torino – Festa di San Giovanni in piazza per 50mila Torinesi: strade chiuse e divieti. Tutte […]

leggi tutto...

24/06/2024 

Territorio

Torino – Il Toro cade verso sud: per il Farò di San Giovanni sarà un anno propizio per la città

Torino – Il Toro cade verso sud: per il Farò di San Giovanni sarà un anno […]

leggi tutto...

24/06/2024 

Territorio

Allarme per l’influenza aviaria, letale per i gatti: “Oltre la metà non sopravvive al contagio”: come difendersi

E’ il virus H5N1, conosciuto come influenza aviaria, a destare preoccupazione tra gli scienziati per il […]

leggi tutto...

23/06/2024 

Sport

Magico Sinner, trionfa anche sull’erba – Il Campione ha vinto il torneo di Halle

Magico Sinner, trionfa anche sull’erba – Il Campione azzurro ha vinto il torneo di Halle Jannik […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy