Torino, paura del contagio: 2 utenti su 5 non si muovono più con i mezzi pubblici – Il sondaggio

16/06/2020

CONDIVIDI

La paura del contagio sta frenando molti utenti anche al termine della prima fase di emergenza

Interessante sondaggio del Movimento Consumatori e di Tutelattiva sulla mobilità post-covid a Torino.

Dai dati diffusi dalle due Associazioni emerge che la paura del contagio sta frenando molti utenti: il 40% fra i passeggeri abituali avrebbe infatti smesso di muoversi utilizzando i mezzi pubblici.

Inoltre tutti gli utenti interessati e intervistati chiedono,  (come si può facilmente immaginare), il rimborso dell’abbonamento nel periodo di non utilizzo, a causa dei blocchi imposti dal lockdown.

Così spiegano dalle due Associazioni:

“Le associazioni Movimento Consumatori Torino e Tutelattiva hanno realizzato e diffuso online un questionario sulla mobilità, per capire se e come l’emergenza Coronavirus ha cambiato il modo di spostarsi delle persone a Torino e per raccogliere osservazioni e richieste degli utenti dei mezzi pubblici”.

Ecco alcuni dei dati più significativi:

“Dalle 500 risposte arrivate tra il 2 e il 10 giugno 2020 è emerso che le persone che utilizzano o utilizzerebbero attualmente i mezzi pubblici sono poco più della metà di quanti li usavano prima dell’emergenza: 2 utenti su 5. Inoltre, quasi l’80% di chi ha smesso di servirsene dichiara che il motivo è la paura del contagio.

La richiesta più frequente degli utenti è quella di garantire in tempi rapidi il rimborso o la proroga degli abbonamenti non usufruiti a causa dell’emergenza, come previsto dal Decreto Rilancio a livello nazionale.

GTT, nonostante migliaia di richieste da parte degli utenti, non ha ancora fornito indicazioni sui rimborsi e Movimento Consumatori ha provveduto a inviare una segnalazione all’Autorità di Regolazione dei Trasporti sul comportamento del gestore.

Tra le altre segnalazioni e richieste – concludono il Movimento Consumatori Torino e Tutelattiva- “il mancato rispetto delle misure di sicurezza a bordo dei mezzi e la richiesta di maggiori controlli da parte del personale di GTT, l’affollamento dei mezzi da cui la necessità di limitare gli accessi e aumentare le corse, la richiesta di migliorare la pulizia e di far viaggiare tram e autobus con i finestrini aperti per consentire il ricambio dell’aria”.

 

 

Leggi anche

03/08/2020

Festa del Sacrificio a Torino: scoperto mattatoio clandestino – Cento ovini pronti al macello

E’ stato scoperto un mattatoio clandestino all’interno del quale stavano per essere macellati centinaia di ovini, […]

leggi tutto...

03/08/2020

“Piemonte non in grado di tenere distanziamento su mezzi pubblici, a rischio lavoratori e utenti”

“Il Piemonte non è nelle condizioni di eliminare il distanziamento a bordo dei mezzi pubblici”, sono […]

leggi tutto...

03/08/2020

Fusione tra Intesa San Paolo e Ubi Banca – Nasce la settima banca dell’Eurozona

Dopo le prime offerte del febbraio scorso fra gli azionisti non andate a buon fine, nelle […]

leggi tutto...