31/07/2019

Territorio

“Il Cervino si sta sgretolando!” – L’allarme degli esperti sui cambiamenti climatici

CONDIVIDI

L’allarme è stato lanciato inizialmente dal meteorologo Frédéric Glassey: “A causa dei cambiamenti climatici la vetta del Cervino potrebbe crollare!”.
Una dichiarazione fatta su un quotidiano vallesano solo un mese fa, che ha trovato purtroppo oggi un’amara conferma, dalla ricerca scientifica pubblicata dal Federal institute of Technology of Zurigo e apparsa sulla rivista scientifica Arctic, Antarctic and Alpine Research, dove gli esperti dichiarano che la vetta al confine tra Italia e Svizzera sta in pratica cadendo a pezzi.

L’innalzamento delle temperature lungo l’arco alpino sta portando allo scioglimento progressivo del permafrost e dei ghiacciai e alla disintegrazione della roccia sottostante.

Gli scienziati, in particolare, hanno installato nel mese scorso 50 sensori di movimento a quota 3.692 m sul versante svizzero. Con questi dispositivi sono stati monitorati la stabilità della roccia e prevedere eventuali frane.

Quindi si è osservato, riposta il sito specializzato montagna.tv: “come l’acqua derivante dallo scioglimento dei ghiacci determini una perdita di rigidità dei sedimenti del suolo, che tendono a traballare. Lungo i piani rocciosi si viene a determinare la formazione di crepe che, nel corso del tempo, tendono a espandersi. Un accrescimento in molti casi continuo per anni nella medesima direzione, che porta nel tempo a definire un piano di rottura con distacco di porzioni di roccia degli strati più superficiali”.

Queste fratture non determineranno il crollo della vetta ma sicuramente ne modificheranno la conformazione .

Sono infatti proprio le montagne più elevate del pianeta a risentire maggiormente dei cambiamenti climatici. Le alterazioni nella stabilità della roccia hanno conseguenze certamente anche l’alpinismo. E con l’innalzarsi delle temperature in futuro incrementeranno ancora instabilità e rischio di frane ovunque.

17/01/2022 

Territorio

Torino – Smog fuori controllo, ancora blocchi al traffico di livello ‘arancio’. Info utili

Misure anti smog, confermato il livello arancio. Prosegue lo stop per i diesel Euro5 Il Comune […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Cronaca

Torino – A 15 anni rubano i computer a scuola, poi li rivendono online: scoperti e denunciati

Volevano vendere alcuni computer, bottino di una scorribanda notturna, all’interno di una scuola di Torino. Per […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Cronaca

Torino – Gira in strada di notte con una cassaforte. Agente (fuori servizio) lo vede e lo fa arrestare

Sono da poco passate le 2 quando un poliziotto libero dal servizio nota un uomo armeggiare […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Territorio

Coca Cola riapre in Piemonte -“Sarà il più grande investimento in sostenibilità della storia del gruppo”: nuovi posti di lavoro

Coca Cola riapre in Piemonte- 40 nuovi posti di lavoro, 30 milioni di euro investiti per […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Economia

Caro bollette – Il Governo lavora per calmierare i costi alle stelle “Partita da 2 miliardi di euro”

Caro bollette: il Governo è al lavoro per calmierare i costi alle stelle e con questo […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Cronaca

Piemonte – Calo dei contagi e delle terapie intensive. Gli ultimi dati

Piemonte – Calo dei contagi e delle terapie intensive. L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy