Ancora un vasto incendio al campo rom di via Germagnano – Aria avvelenata e cittadini stremati

25/08/2019

CONDIVIDI

Un problema gravissimo per la popolazione

Un nuovo incendio di grandi dimensioni si è sviluppato ieri mattina nel campo nomadi di via Germagnano, alla periferia nord di Torino. Sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per spegnere il rogo, sprigionato da un cumulo di rifiuti.
Ed è il secondo incendio in due settimane, per la rabbia dei residenti, condannati a respirare i fumi tossici che ancora una volta arrivano dal campo.

“La convivenza tra fumi tossici e famiglie del quartiere non è possibile” – ha commentato il capogruppo della Lega Fabrizio Ricca – “Chi pensa di usare un’area pubblica come ‘termovalorizzatore’ privato ha sbagliato tutto e dovrà desistere definitamente. La pazienza dei cittadini ha un limite e non si possono trascurare i rischi per la salute di tutti”.

Sono ancora circa 50 i nomadi presenti nel campo, ma come è evidente resta il grave problema dei roghi tossici che avvelenano l’aria. Un problema gravissimo per la popolazione che attende l’auspicato superamento del campo ormai da anni.

Leggi anche

29/05/2020

Piemonte, salgono ancora i guariti: 522 nelle ultime ore. 2 i decessi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai […]

leggi tutto...

29/05/2020

Muore di coronavirus il piemontese Franco Raselli, fra gli orafi più importanti al mondo

Purtroppo non ce l’ha fatta Franco Raselli, 73 anni, uno degli orafi più importanti al mondo. Colpito […]

leggi tutto...

29/05/2020

San Salvario, troppe persone vicine e senza mascherina: chiuso un negozio, multa per 3 locali

Ieri sera, giovedì 28 Maggio,  agenti della Sezione VIII (San Salvario – Cavoretto – Borgo Po) […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy