Chiede una sigaretta a un passante, il compagno la riempie di calci e pugni – Assurda violenza a Torino

08/01/2020

CONDIVIDI

Episodio di assurda violenza a Torino

Ha colpito ripetutamente con calci e pugni la ex compagna e l’ha minacciata di morte nel caso l’avesse denunciato.

L’uomo, un cittadino rumeno di 26 anni, è stato arrestato domenica sera per atti persecutori nei confronti della donna.

Alcuni messaggi trovati sul cellulare ed una sigaretta chiesta ad un passante, hanno scatenato l’ira del ventiseienne che inizia a colpire violentemente la ex fidanzata. Dopo aver colpito la vittima, l’uomo si è allontanato e la donna ha chiesto aiuto ai propri familiari. I parenti hanno così allertato immediatamente le forze dell’ordine. Il colpevole è stato fermato dagli agenti della Polizia di Stato,  rintracciato ad una fermata del bus in Corso Unione Sovietica.

Dal racconto della giovane è emerso un quadro di minacce e violenze subite per anni, per mano dell’ex compagno, causate spesso anche dal consumo di alcolici. Anche quando la donna aveva interrotto la relazione, l’uomo non aveva smesso di perseguitarla, sia nei momenti di vita privata sia durante il tragitto per il lavoro.

L’uomo, con precedenti di polizia a carico, è stato arrestato dagli agenti del commissariato San Secondo e della Squadra Volante.

Leggi anche

07/07/2020

Lega la madre al letto e la lascia morire – Condannato all’ergastolo

Un delitto atroce che ha sconvolto l’Alessandrino: ha legato la madre ad ad una brandina e l’ha […]

leggi tutto...

07/07/2020

Torino – Ancora segnalazioni di autobus pieni “Ma quale distanziamento? E’ uno schifo”

Nuove segnalazioni a Torino per ciò che riguarda il sovraffollamento sugli autobus. Il problema è più […]

leggi tutto...

07/07/2020

Torino lancia ufficialmente la sua candidatura per le Universiadi “Nel 2007 fu un successo, replichiamolo!”

Nel palazzo sede della Regione in piazza Castello, Comune di Torino, Regione Piemonte, Politecnico, Università di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy