“Gli studenti che tornano dal Piemonte? Saranno sorvegliati o messi in quarantena”

25/02/2020

CONDIVIDI

Fa discutere l’ordinanza che riguarda numerosi studenti fuori sede che vivono a Torino e nel resto del Piemonte.
Gli studenti lucani che decidono di tornare in Basilicata dopo la sospensione delle attività nelle università sul nostro territorio (ma anche dalla Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Liguria e Friuli-Venezia Giulia) “o che vi abbiano soggiornato negli ultimi 14 giorni”, saranno sottoposti a “misure di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva”.

La misura è stata presa dal presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi: “è una prima forma di prevenzione” – ha detto “con carattere non coercitivo ma fiduciario”.
I ragazzi che torneranno in Basilicata “dovranno comunicare la loro presenza ai competenti servizi di sanità pubblica, attraverso i numeri telefonici disponibili sul sito delle Aziende sanitarie di Potenza e Matera”.

Leggi anche

04/04/2020

Violenza a Torino – Colpisce ripetutamente la compagna incinta con una pentola, arrestato

Martedì notte, poco prima delle due, gli agenti della Squadra Volante sono intervenuti in un stabile […]

leggi tutto...

04/04/2020

Evade dai domiciliari per fare la spesa nello stesso supermercato che aveva rapinato – Scoperto dalla Polizia

Transitando in via Chiesa della Salute, all’altezza con via Breglio, gli agenti della Squadra Volante hanno […]

leggi tutto...

04/04/2020

Ostensione ‘eccezionale’ della Sindone in tempi di coronavirus – Diretta tv e social dalla Cattedrale

Nel «giorno della Sindone», il Sabato Santo, l’Arcivescovo di Torino, Custode pontificio, sarà a pregare davanti […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy