Gtt, crollo dei passeggeri: la Metro registra – 95%. L’azienda ricorre alla cassa integrazione

25/03/2020

CONDIVIDI

"Chiediamo un intervento a tutela dei lavoratori, del loro futuro e dell'azienda"

Le misure restrittive vigenti a Torino e provincia non potevano che causare il crollo dei passeggeri sui mezzi Gtt.

Il Gruppo Torinese Trasporti ha così avviato in queste ore la procedura per la richiesta del Fondo Bilaterale di Solidarietà, ossia la cassa integrazione per questo comparto.

L’annuncio è stato fatto oggi, 25 Marzo, dal presidente e Ad dell’azienda del trasporto pubblico di Torino, Giovanni Foti.

E’ stata inviata la comunicazione ai sindacati: “con loro – ha spiegato all’Ansa Foti – “avvieremo l’esame congiunto e faremo un piano per l’attivazione, dal 30 marzo, del provvedimento che potrà riguardare tutto il personale a rotazione e garantendo ovviamente il servizio”.

I numeri illustrati in consiglio consiliare sono piuttosto eloquenti: con una riduzione di circa il 50% del servizio, c’è stato di un calo di oltre il 90% dell’utenza sui mezzi pubblici, autobus e tram.

In particolare il crollo pressoché totale dei passeggeri si è registrato per la metropolitana: contro le 155 mila presenze al giorno in periodi normali, si è arrivati alle 10 mila di questo periodo ’emergenza: un calo drastico  (-94%)  che inciderà in negativo sui conti dell’azienda, capace di incassare in tempi normali  incirca 9 milioni di euro al mese dalla bigliettazione.

Foti ha aggiunto, ripreso dall’Ansa: “Manteniamo il servizio e vogliamo continuare a farlo ma ci preoccupa che a livello nazionale non ci siano ancora stati interventi economici per il nostro comparto. Chiediamo che ci vengano riconosciute anche la produzione del servizio non fatta e i ricavi. Oggi – ha concluso – l’unica operazione che possiamo, con grande dispiacere, è la richiesta del Fondo Bilaterale di Solidarietà, un intervento a tutela dei lavoratori, del loro futuro e dell’azienda”.

Leggi anche

29/03/2020

Il Piemonte vince la ‘battaglia del pennarello’ – Via libera alla vendita di penne e quaderni

Il Piemonte ha vinto quella che è stata ribattezzata la ‘battaglia del pennarello’. Sarà di nuovo […]

leggi tutto...

29/03/2020

Coronavirus – Spuntano studi legali che spingono a far causa ai medici: “Un’enorme delusione”

Il diffondersi di queste importune (a dir poco) pratiche è stato reso noto dal presidente della […]

leggi tutto...
Motociclista morto

29/03/2020

Donna muore sbattendo la testa, ma salva un’altra vita – Il trapianto dei suoi organi salva una persona

Una donna di 67 anni di Chivasso era stata ricoverata in gravi condizioni per una caduta […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy