01/12/2017

Eventi

Intervista alla bellissima Vera Atyushkina: “In uscita il mio calendario. Modelle, non cedete alle avances”

CONDIVIDI

La bellissima Vera Atyushkina, ex velina di Striscia la Notizia, ha rilasciato per Torinonews24 un’intervista esclusiva.
La modella ha parlato di vari argomenti, dall’uscita del nuovo calendario per il 2018, un importante progetto artistico di solidarietà, alle avances ricevute da alcuni personaggi del mondo dello spettacolo rifiutate dall’ex velina di Striscia, che ha sempre avuto obiettivi precisi da perseguire in una carriera senza compromessi.
Esce un ritratto profondo di Vera, nomen omen, che oltre ad una spettacolare bellezza evidenzia un’intelligenza particolare.

Ci troviamo qui per il lancio del calendario, che ti vede come unica protagonista, intitolato “Hollywoodland 2018”, in cui interpreti le dive del cinema della “Golden Age”.

Come è nata l’idea di questo progetto lavorativo e quando?

#Hollywoodland2018 nasce da un’idea del fotografo milanese Enrico Ricciardi quasi in modo casuale – risponde Vera . “Infatti nel febbraio del 2017 ero stata invitata a partecipare alla notte degli Oscar di Hollywood da un regista italiano. Per motivi burocratici non mi è stato possibile partire per gli Stati Uniti. Da qui è nata l’idea di dedicare un lavoro al grande cinema americano da realizzare qui in Italia. Hollywoodland ci è parso da subito il nome giusto per fare qualcosa di artistico dedicato alla Golden Age.
Il lavoro è durato diversi mesi perché abbiamo dedicato il tempo necessario per la ricerca degli sponsor e delle location. E’ stato poi dedicato del tempo per chiarirci all’interno del gruppo di lavoro su tutte le scelte esecutive.
Altro tempo lo abbiamo impiegato per il lavoro di ricerca a livello di styling operato soprattutto da Luis Maruri Wedemeyer che è uno stylist di fama mondiale oltre ad essere anche un hair stylist e make-up stylist. Molto bravo per manualità e capacità artistiche.

Perché avete scelto proprio questo periodo storico degli anni ’30 e ’40?

Perché il fotografo Enrico Ricciardi, esperto e appassionato della filmografia di quel periodo, ha visto in me l’interprete ideale sia per le caratteristiche del mio viso sia per la mia recitazione molto vicina alle dive Hollywoodiane come intensità e carattere, in particolare Marlene Dietrich e Greta Garbo.

E’ stato difficile per te immedesimarti nelle varie dive rappresentate e soprattutto comunicare con una posa fotografica uno stato d’animo da fermare nell’istante dello scatto?

Mi sono documentata ed ho visto anche i film di quell’epoca per essere la più fedele possibile nella mia interpretazione: Lili Marlene, Sunset Boulevard, Mata Hari ecc. Mi sento molto vicina a quello spirito e alla forza che emanano le attrici di quel periodo e mi viene naturale immedesimarmi in loro.

E’ servita la tua precedente esperienza come interprete della diva Marlene Dietrich per affrontare questo lavoro?

Sì, è servito ma, per questo progetto, il coinvolgimento è stato molto più intenso perché non si trattava di un solo scatto ma di interpretare anche più attrici ed anche perché il lavoro molto tempo è stato dedicato alla ricerca degli abiti e degli accessori con l’aiuto prezioso dello Stylist, come detto, dell’Atelier LO BOSCO di Milano e di REVENGE ATELIER di Brescia.

Come è stato collaborare con il fotografo di fama mondiale Enrico Ricciardi?

Ricciardi ha una grande esperienza e professionalità, sa creare una sintonia ineguagliabile con la modella e riesce sempre a cogliere il momento giusto per lo scatto.

Sappiamo che una parte dei proventi delle vendite del calendario sarà destinata all’associazione “Giro d’Italia di Handbike”, che organizza gare di ciclismo in tutta Italia per ragazzi disabili. Puoi dirci qualcosa di più?

L’associazione del Giro d’Italia di HandBike mi ha voluta come Miss Maglia Rosa per due anni consecutivi. Ho conosciuto delle persone splendide, degli atleti determinati con al fianco una associazione e delle famiglie molto attente a portare avanti le aspirazione ed i sogni sportivi dei loro famigliari con disabilità. Mi è parso di entrare in una grande famiglia e, nel realizzare il mio calendario, ho pensato che avrei voluto anch’io fare qualche cosa di concreto per loro che mi hanno dato molto per crescere in sensibilità ed umanità.

Puoi anticipare qualcosa dei tuoi progetti futuri?
Per adesso sono particolarmente coinvolta nel progetto Hollywoodland 2018.
Oltre alla diffusione del calendario ho realizzato anche in tiratura limitata un libro con a fianco ad ogni scatto un disegno creato dall’artista siciliano Salvo Piazza. E’ molto di prestigio, alcune copie sono destinate a persone della cultura e dello spettacolo ed altre saranno vendute al pubblico che avrà il desiderio di avere qualcosa di prezioso da sfogliare o offrire come regalo.
Fino alla metà di gennaio ho molte serate in Italia per diffondere e vendere il mio calendario: Riccione, Roma, Rimini, Aprilia, Erba, Monza ecc.
Ho infine altri lavori e progetti e sono in attesa di risposte importanti dalla televisione, dal cinema ma anche in campo imprenditoriale.

Hai raggiunto la maggior visibilità come velina di “Striscia la notizia” nell’edizione 2004/2005. Ti senti di dare qualche consiglio a chi vorrebbe avvicinarsi al mondo dello spettacolo, sia che si tratti di cinema che di televisione?

Il mondo dello spettacolo esercita su tutti un fascino irresistibile ma non è facile rimanere in questo mondo. E’ opportuno studiare, migliorare la propria preparazione in ogni campo con grande spirito di sacrificio. Confidare nelle proprie capacità e mettersi in discussione partecipando anche a molti casting e selezioni e non accettare delle strade facili perché spesso si può essere vittime di persone che promettono dei ruoli o delle parti ma solo per approfittarne personalmente.

Ci puoi svelare qualche tuo piccolo segreto che ti permette di essere in forma? Pratichi tanto sport? Segui una dieta particolare?

Mi piace lo sport, camminare in mezzo alla natura, in montagna, pratico a livello amatoriale l’apnea. La dieta è quella mediterranea nel senso che mangio di tutto ma sono costretta a fare dei sacrifici soprattutto prima dei servizi fotografici perché mi piacciono particolarmente i dolci…
Affrontare la vita con meno stress, riposarsi e dormire di più, massaggi ecc.
Ma la cosa fondamentale è frequentare persone positive che infondono energia e fiducia ed evitare contatti con chi è negativo.

Sei russa di nascita, nazione ospitante dei prossimi mondiali di calcio 2018, a cui purtroppo l’Italia non prenderà parte. Cosa può portare questa manifestazione al tuo Paese?

Sono dispiaciuta che l’Italia non partecipi ai campionati mondiali di calcio in Russia nel 2018 perché sarebbe stata anche per me una buona occasione per realizzare un progetto che avrei sviluppato con una amica che di calcio se ne intende davvero (ha fatto anche l’allenatrice di una squadra).
La Russia è una grande nazione e saprà sfruttare al meglio l’occasiono per far conoscere tutte le sue eccellenze al mondo intero. La Russia è una nazione dove lo sport ha sempre avuto grande importanza a partire dalle scuole, tutti gli sport, il calcio è meno importante rispetto all’Italia ma è diffuso anche tra le donne “nel mio caso ho solo provato a scuola e dopo le prime pallonate in faccia ho deciso di rinunciare a capire questo sport e di interessarmi solo dei calciatori e non della loro passione sportiva.

Cosa consiglieresti di visitare ad un turista e qual è il periodo migliore per farlo?

La Russia è una nazione grande come un continente. Il periodo migliore per visitarla è sicuramente da aprile a settembre. Negli altri mesi fa freddo dappertutto. In Siberia, nella regione di Tuva, dove sono nata durante l’inverno si arriva anche fino a meno 48 gradi.
Ci sono da visitare le grandi città come Mosca, Sanpietroburgo e molte altre ma anche dei posti meravigliosi dove la natura è incontaminata per esempi il lago Baikal, i boschi della Siberia. Se poi qualcuno è stanco del caldo italiano può scegliere una bella gita invernale in Russia e capirà, se torna, tante cose. Vi do un consiglio di non sfidare mai un russo e neppure una russa a bere Vodka.
Infine devo dire che i turisti italiani amano la Russia soprattutto perché ci sono le donne più belle del mondo…

Ormai sei italiana d’adozione, cosa ti piace e cosa meno di questa nazione e della gente che vive qui?

Amo l’Italia perché è una nazione varia e in poche ore puoi raggiungere il mare, la montagna, le città ricche di arte e di storia. Solo in Italia c’è una concentrazione di beni culturali così diffusa. Mi stupisco sempre che anche in ogni piccolo paese c’è un castello o una chiesa con sculture o affreschi antichi. In ogni posto è accaduto e ci sono i resti di fatti storici importanti. In Italia ogni luogo ha delle feste e delle tradizioni uniche anche in cucina.
Non vorrei dire cosa non mi piace, sicuramente si parla troppo e si fa fatica ad essere concreti soprattutto nel mondo del lavoro. C’è troppa burocrazia, complicazioni di leggi ecc.
La cosa che davvero mi infastidisce è che si usano, soprattutto gli uomini con le ragazze, molti complimenti: tesoro….amore… non si possono sprecare parole così importanti con superficialità. Si possono dire solo se sono vere e con sentimenti profondi.

Il nostro sito si occupa principalmente della regione Piemonte e del capoluogo piemontese, la domanda nasce spontanea. Conosci Torino? Hai in programma una visita qui?

Conosco poco Torino e ci sono stata poche volte. Ho visto che è una città molto bella ed elegante. Ci saranno occasioni per visitarla meglio. Aspetto il Vostro invito magari anche prima di Natale per poter far conoscere a tutti i Torinesi il mio calendario Hollywoodland 2018. Anzi, veramente ho avuto dei contatti con dei locali ma fin ora ho avuto difficoltà a concludere degli accordi. Sono davvero qui a braccia aperte per avere una proposta interessante.

Come e dove ti vedi tra 10 anni?

Di solito penso a vivere le cose nella quotidianità. Sono ottimista e quindi tra dieci anni la mia vita sarà ancora più intensa e piena di attività rispetto ad adesso. La cosa più importante è che mi vedo in buona salute perché non fumo e non bevo, probabilmente comincerò ad usare le mie prime creme antirughe..ahahah

Un saluto ai nostri lettori
Vi abbraccio tutti idealmente e Vi chiedo in modo molto concreto di poter venire nelle vostre case per stare con Voi per tutto il 2018!!! Con il mio calendario Hollywoodland, intendo dire. Vi farete così un bel regalo artistico e darete un aiuto alla associazione del Giro d’Italia di HandBike. Buone feste di Natale e di un 2018 fantastico insieme a me!

 

Franco Quaini

Roberto Martino

Gli scatti  che seguono sono di Enrico Ricciardi.

I disegni di Salvo Piazza

24/02/2021 

Cronaca

Torino – Ancora violenza: per un banale litigio calci in pancia a sua moglie, poi la colpisce con una padella: arrestato

E’ domenica sera ed una donna, dopo una giornata di lavoro, rientra alla propria abitazione, in […]

leggi tutto...

24/02/2021 

Sport

Toro – Si allarga il focolaio Covid in squadra, a rischio la prossima partita: presto la decisione

Si allarga il focolaio Covid nel Torino. Ufficialmente sono  9 tra calciatori e componenti dello staff i […]

leggi tutto...

24/02/2021 

Territorio

Torino – Uniti contro la sclerosi multipla: acquista erbe aromatiche e sostieni donne colpite dalla malattia

Per la Festa della Donna l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla distribuirà le Erbe Aromatiche di AISM. Con […]

leggi tutto...

24/02/2021 

Cronaca

Dramma nel Torinese – Scontro frontale sull’ex statale fra due centauri: morti entrambi

Dramma nel Torinese questa mattina, mercoledì 24 Febbraio. Due motociclisti  Marco Fiore, 42enne di Caprie, e Ivano […]

leggi tutto...

24/02/2021 

Cronaca

Torino – Dopo gli sgomberi, i camper di nomadi si spostano in tutte le zone della città “E il Comune cosa fa?”, l’interpellanza

Dopo gli ultimi sgomberi dei campi nomadi di Via Germagnano e Corso Tazzoli, i camper degli […]

leggi tutto...

24/02/2021 

Cronaca

Crisi a Torino – Dopo 50 anni chiude anche la IPB: 69 licenziati

La crisi continua a mordere a Torino e provincia. Sono 69 i lavoratori licenziati per la […]

leggi tutto...

Torino: la crisi porta a nuove chiusure

made with by dsweb.lab | Privacy Policy