Investe un poliziotto

Investe un poliziotto nella folle fuga in centro città

Torino

/

17/01/2020

CONDIVIDI

L'uomo è stato arrestato per tentato omicidio. Il bilancio è di sei agenti feriti

Investe un poliziotto nella folle fuga nella notte: dopo un pericolo inseguimento da film è stato arrestato per tentato omicidio. Il bilancio è di 6 agenti feriti

Investe un poliziotto

Follia nella notte, nelle strade fra Torino, Moncalieri e Nichelino. Un italiano di 40 anni è fuggito all’alt della polizia, perché senza patente, e ha iniziato una fuga per le strade della città. Erano circa le 3 della notte fra mercoledì 15 e giovedì 16. Un poliziotto ha sparato un colpo in aria, mal’uomo ha continuato la sua folle corsa.

Inizia la caccia all’uomo

A quel punto, vista la pericolosità del fuggiasco e della possibilità che potessero venire coinvolti degli automobilisti, sono intervenute altre pattuglie, circa un decina per fermare l’uomo a bordo di una Ford Fiesta. Fortunatamente, grazie alla velocità con cui sono intervenute le altre pattuglie che stavano monitorando le zone limitrofe, l’uomo è stato bloccato dopo pochi chilometri, prima di causare ulteriori disagi alla cittadinanza.

L’incidente e il tentato omicidio

In via Genova, zona sud di Torino, una delle volanti è finita contro con un autobus fuori servizio: l’auto è rimasta distrutta, feriti due agenti a bordo. Illesi due dipendenti Gtt che si trovavano a bordo del mezzo pubblico. Poi, in piazza Bengasi il folle automobilista ha provato a investire un agente, continuando nel suo piano fino a via Onorato Vigliani, dove è stato definitivamente bloccato all’altezza del civico 30.

I controlli sull’auto

I poliziotti hanno controllato l’auto per capire cosa avesse spinto l’uomo ad un’azione tanto scriteriata: aveva una bustina di marijuana e dai successivi controlli è stato appurato che non aveva la patente, revocata in passato. Il 40enne ha infine rifiutato di sottoporsi alle analisi tossicologiche e all’alcol-test. L’uomo è stato arrestato per tentato omicidio lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

L’intervento del sindacato

Sulla vicenda di Torino è intervenuto anche Valter Mazzetti, Segretario Generale dell’Fsp Polizia di Stato.

“Massima solidarietà ai sei poliziotti rimasti feriti a Torino, due in modo molto serio, durante l’inseguimento del folle che ha scatenato il panico in piena città, cercando di uccidere un collega. Quotidianamente, da nord a sud, si verificano episodi di allarmante gravità che testimoniano un assoluto senso di impunità così tanto diffuso da spingere oltre ogni limite troppe persone, convinte di riuscire a farla franca in barba allo Stato e alle sue leggi, calpestando ogni minimo rispetto per l’incolumità degli operatori delle Forze dell’ordine e, anzi, attentando alla loro vita”.

Una maggiore cultura della legalità

“Questo stato di cose può cambiare solo se si lavorerà per affermare con forza una maggiore cultura della legalità e il rispetto per chi rappresenta le istituzioni, e in questo senso la reale e concreta punizione di chi viola la legge è fondamentale. Ora ci aspettiamo che il criminale che oggi ha rischiato di causare l’ennesima tragedia riceva la pena severa che merita, e soprattutto che la sconti fino in fondo in carcere, perché è chiaro che revocargli la patente non è servito a molto visto che guidava senza fregandosene altamente. La vita di un servitore dello Stato deve pur valere qualcosa, ed è finalmente ora che lo si dimostri con i fatti. In questo momento non si fa che parlare di sicurezza stradale, di incidenti, di morti e feriti, ebbene la sicurezza sulle strade, come altrove, passa per il rispetto delle regole, cosa su cui non si può e non si deve transigere”.

Leggi anche

03/04/2020

Emergenza Covid, la Formazione continua – Il Comitato Agenzie Formative incontra Cirio e l’assessore Chiorino

Nella giornata di ieri, giovedì 3 aprile, il Comitato Agenzie Formative, che raggruppa 43 enti di […]

leggi tutto...

03/04/2020

Cirio “La gente deve capire: questa è una guerra” – 70 decessi nelle ultime ore, 1088 contagiati

Il presidente Alberto Cirio ha firmato la proroga dell’ordinanza sulle misure di contenimento al Coronavirus valide […]

leggi tutto...

03/04/2020

Coronavirus – Anche il Teatro Regio di Torino produce e distribuisce (gratis) mascherine

Gli spettacoli in programma nel cartellone sono ovviamente sospesi  al Teatro Regio di Torino a causa […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy