09/04/2020

Cronaca

Parla l’epidemiologo : “Andremo in spiaggia con la mascherina? E in estate scordatevi concerti e stadi aperti”

CONDIVIDI

L’Italia e gran parte del mondo attende il punto ‘0’ dell’emergenza coronavirus: il momento in cui poter riprendere pienamente ogni attività,  in totale libertà.
Ma per arrivare a questo fondamentale traguardo servirà ancora molto tempo.
Tutti i grandi eventi programmati in queste settimane di emergenza sono stati ovviamente rinviati. A data da destinarsi, non essendoci ancora informazioni con basi solide per una ripresa a pieno regime della vita quotidiana e sulla possibilità di assembramenti di un gran numero di persone in spazi limitati.
Una previsione (a tinte fosche ma realistiche) è stata fatta dal professor Giovanni Di Perri, direttore dell’infettivologia dell’Amedeo di Savoia.

Ascoltato dal quotidiano Repubblica, il professore dell’ospedale torinese ha parlato di prospettive future.

Quando finirà questa emergenza?
“Quello con cui abbiamo a che fare è un virus appiccicoso – ha risposto il dottore – “Le misure adottate in paesi come Cina, Singapore, Hong Kong sono state “militari” ma è bastato comunque poco perché ripartissero focolai. Sabato scorso qualcuno da Torino è scappato al mare. Con questa pandemia la parola libertà ha il fiato molto corto”.

Su un cambiamento radicale delle misure: “Credo che basteranno cinque mesi – spiega a Repubblica Di Perri – In queste condizioni sarà più facile dare il via alle sperimentazioni. Non c’è bisogno di un vaccino che garantirà una copertura totale. Sarà sufficiente uno come quello anti-pneumococco: ci si può ammalare, ma perlomeno si annulla la possibilità di prendersi la meningite. Con il coronavirus basterà che azzeri quel 5 per cento di casi gravissimi, lo sviluppo della polmonite interstiziale, le crisi respiratorie che portano ad essere intubati”.

Quindi, almeno fino ad ottobre, addio assembramenti:
“Un Salone del Libro a settembre? – conclude il medico – “Lo vedo possibile, ma se chi entra sarà in grado di produrre una patente di immunità o la sua condizione di persona negativa al virus. La tecnologia viaggia veloce. Al momento non ci sono i reagenti per i tamponi e se ne fanno pochi. Ma ci saranno presto, le aziende lavorano. Dovrebbero partire i test sierologici. Però mettiamoci il cuore in pace: dimentichiamo un’estate con concerti e stadi aperti”.

E sull’eventualità di andare in spiaggia o al mare con la mascherina, il professore ha risposto:
“Il professor Lopalco (che lavora in Puglia, ndr) me lo diceva pochi giorni fa: si prenderà il sole con il segno della mascherina. Scherzi a parte, si dovrà vedere come la popolazione sarà in grado di comportarsi, a prescindere dai divieti imposti. E il  grado di fiducia nei confronti degli altri resterà pari a zero”.

05/05/2021 

Cronaca

Torino – Follia in Barriera: aggredisce senza motivo due fratellini. Prende a testate uno e minaccia con coltello l’altro

Ha seguito e aggredito nell’androne di casa due fratelli che stavano rincasando. I ragazzini, rispettivamente di […]

leggi tutto...

05/05/2021 

Cronaca

Torino – Rumeno ubriaco in pieno giorno aggredisce barista e si impossessa del bancone per bere: arrestato

Sono le 16 di giovedì in zona Borgo Vittoria quando un cittadino romeno di 33 anni […]

leggi tutto...

05/05/2021 

Cronaca

Torino – Maxi intervento contro la ‘Ndrangheta. Lega “Operazione Dia dimostra che Stato è piu’ forte”

“La maxi operazione Platinum della Dia condotta a Torino, che ha coinvolto una rete internazionale con […]

leggi tutto...

05/05/2021 

Sanità

Finalmente in Piemonte i tamponi a prezzi calmierati: “Anche in farmacia”, Info utili

I farmacisti piemontesi effettueranno i tamponi per lo screening del Covid19 a un prezzo calmierato di […]

leggi tutto...

05/05/2021 

Cultura

Un capolavoro di Caravaggio alle porte di Torino – Inaugura l’esposizione d’importanza internazionale

Riapre domani, giovedì 6 Maggio (dopo essersi trasformato in hub vaccinale) i l Museo di Rivoli- […]

leggi tutto...

05/05/2021 

Economia

Effetto Covid – Crollo del mercato retail moda in Italia: persi 20 miliardi di euro in un anno

La combinazione pandemia più crescita dell’ e-commerce (un’abitudine diffusa e rafforzata dalle misure restrittive causate dal […]

leggi tutto...

Sono stati diffusi i dati del nuovo Report Fashion High Street 2021

made with by dsweb.lab | Privacy Policy