Torinese di 20 anni muore di anoressia – L’accusa dei genitori “Lo Stato ci ha abbandonato”

16/02/2020

CONDIVIDI

"Abbiamo fatto di tutto per aiutarlo, ma non è stato abbastanza" dicono i genitori

La denuncia dei genitori di Lorenzo Seminatore è durissima: “Non ci sono in Italia strutture pubbliche adeguate per la cura dell’anoressia”. Lorenzo era un ragazzo torinese di 20 anni, morto all’inizio di febbraio: non mangiava più, i genitori l’hanno trovato in casa senza vita.
Dopo una prima fase di anoressia avuta a 14 anni, il ragazzo era guarito dopo essere stato curato in una clinica specializzata in Valle d’Aosta.
A 18 anni la ricaduta col rifiuto del cibo sempre più totale.

“Le istituzioni – ha dichiarato il padre, come riporta l’Ansa – “devono muoversi: prima con la prevenzione nelle scuole e poi investendo nella sanità. Mancano anche i percorsi di sostegno alle famiglie”.

“Abbiamo fatto di tutto per aiutarlo, ma non è stato abbastanza. Ma ci sono altre famiglie che stanno vivendo il nostro calvario. E sappiamo quanto ci si senta soli” – è il pensiero dei genitori.

“Vogliamo scuotere la coscienza delle istituzioni, perché è inaccettabile che in un Paese come l’Italia non ci siano strutture pubbliche in grado di accogliere e curare ragazzi come nostro figlio. Negli ospedali si limitano a parcheggiarti in un reparto e a somministrare flebo per integrare il potassio. Poi ti rimandano a casa, fino al prossimo ricovero”

Leggi anche

31/05/2020

Movida, raffica di multe della Polizia a Torino: persone senza mascherina e locali irregolari, i numeri

I controlli della Polizia per il rispetto delle misure di contrasto all’epidemia da coronavirus COVID – […]

leggi tutto...

31/05/2020

Petrarulo “Restituiamo le scuole ai ragazzi. Da ministro Azzolina parole confusionarie, Appendino dia certezze”

“A Settembre restituiamo le scuole ai ragazzi, in piena sicurezza”, è l’appello del consigliere comunale del […]

leggi tutto...

31/05/2020

Torino, 4 nuove isole pedonali per evitare gli assembramenti della Movida: ecco il progetto

Lungo Po, piazza Vittorio, Ponte Rossini e San Salvario: per scongiurare assembramenti nelle notti di movida […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy